Sabato, 18 Settembre 2021
WeekEnd

Nel weekend "Cara Forlì" celebra Secondo Casadei. Poi la Festa dell'Ospitalità, "Mosto" e "Operaie Fest"

Una due giorni di liscio e non solo in omaggio allo "Strauss di Romagna" nel centro di Forlì con grandi ospiti tra cui Orietta Berti, Andrea Mingardi, Francesco Baccini. Torna a Bertinoro il rito dell'ospitalità, con eventi fino a domenica e tra gli ospiti Ivano Marescotti, mentre ai Poderi del Nespoli appuntamento con il Festival Mosto

Davvero un weekend molto ricco sul territorio, musica dal liscio alla classica, l'ospitalità dedicata a Dante, narrazione e libri, lavoro e diritti, ma anche buskers e mostre. Tantissimi appuntamenti per tutti a Forlì e dintorni da venerdì a domenica.

"Cara Forlì", si celebra Secondo Casadei con Andrea Mingardi, Francesco Baccini e Orietta Berti

Forlì diventa capitale del iscio nel weekend: nella ricorrenza del cinquantesimo anniversario della scomparsa del Maestro Secondo Casadei e nell’anno della scomparsa del nipote Raou, sabato e domenica nel centro di Forlì, va in scena la prima edizione di "Cara Forlì" con la Grande festa del liscio, per raccontare la lunga storia d’amore tra Secondo Casadei, Forlì e la Romagna, tra musica, libri, scuole di ballo, serie web tv. Oltre alla presentazione della web serie tv 'Secondo Tempo', dedicata allo 'Strauss' di Romagna, si esibiranno le orchestre di liscio più famose, da Roberta Cappelletti a Mirco Gramellini da Renzo & Luana all'Orchestra Grande evento di Moreno il Biondo. Ma il liscio sarà interpretato anche da grandi nomi, la prima viola dell'Orchestra dell Scala di Milano, Danilo Rossi, Andrea Mingardi, Francesco Baccini e Orietta Berti.

La Festa dell'ospitalità a Bertinoro compie 95 anni e omaggia Dante

Sarà nel segno di Dante la 95^ edizione della Festa dell’Ospitalità di Bertinoro, che si terrà fino a domenica. Eloquente il titolo scelto come filo conduttore: “Dalla Selva Oscura alle Stelle”, chiaro riferimento alla Divina Commedia. Quasi obbligata per il borgo collinare la scelta di rendere omaggio al Sommo Poeta: infatti Dante è forse il più illustre dei tanti ospiti che Bertinoro ha accolto nel corso dei secoli con quella disponibilità, liberalità, generosità che l’anno portata a diventare ‘capitale dell’ospitalità’. Una caratteristica rivendicata con orgoglio dai bertinoresi, che hanno voluto ricordarlo anche nel loro statuto comunale. Tra i tanti eventi, domenica, nel Giardino della Rocca, la cerimonia di consegna del premio “Ermete Novelli”, assegnato quest’anno all’attore Ivano Marescotti, che regalerà al pubblico bertinorese il suo “Dante, un patàca”. 

Mosto, il festival della narrazione

Torna il festival  “Mosto (il succo delle storie)” alla cantina Poderi dal Nespoli: tre serate tra le arti e i mestieri della narrazione, il cui titolo quest’anno è “In Natura”. Venerdì dopo Telmo Pievani, filosofo della biologia ed esperto di teoria dell’evoluzione, sul palco un artista che non ha bisogno di presentazioni: Fabio Concato, con il suo "Musico Ambulante – Recital Unplugged". Sabato si va da  Enrico Costanza alias Enrico Dell’Orto, culinary gardener che ha fatto della sua passione per il mondo vegetale un lavoro, al designer, pittore e scultore Alberonero che racconta la sua arte, a Stefano Mancuso, neurobiologo vegetale e appassionato divulgatore, incluso dal New Yorker tra i world changers, ovvero tra coloro che sono "destinati a cambiarci la vita". Domenica si chiude con l’entomologo ed econarratore Gianumberto Accinelli, poi Fabio Genovesi, scrittore, sceneggiatore e traduttore, già vincitore del Premio Strega Giovani, che racconterà il proprio percorso letterario attraverso il tema del mare, ed infine l’avvocata e attivista Cathy La Torre, la sociolinguista Vera Gheno, la scrittrice e autrice Carlotta Vagnoli, l’avvocato e scrittore Mattia Zecca.

Palio di Santa Reparata a Terra del Sole

Torna con la 58esima edizione il Palio di Santa Reparata a Terra del Sole. Un nuovo appuntamento con la sfida tra i due Borghi (le contrade) di Terra del Sole che si sfidano in una gara di tiro con la balestra antica. Spettacoli, mercato storico e gare di tiro con la balestra per l'assegnazione del Palio.

"Operaie Fest" e buskers a Predappio

Diritti, questione di genere e sostenibilità: sono le tre tematiche che, legate dal fil rouge del lavoro verranno affrontate nelle tre giornate di "Operaie Fest". Racconti, aneddoti e storie della Ex-Fabbrica di scarpe Battistini. Laboratori con artigiani e artisti locali, incontri con esperti del settore, proiezioni di film storici e contemporanei. "Operaie Fest" nasce dalla collaborazione tra Forlì Città Aperta, Comitato Scarpe Spaiate e Tiresia: da venerdì a domenica in piazzetta delle Operaie a Forlì. A Predappio venerdì seconda serata con i buskers, gli artisti di strada che offriranno spettacoli itineranti per una festa a base di musica e intrattenimento con acrobati, funamboli, trapezisti, musicisti, cantanti e marching band. Predappio Buskers 2021”, si conclude venerdì con spettacoli che proseguiranno fino all’una di notte.

"Doppio compleanno" per il  monumento di Saffi

In occasione delle celebrazioni del mese di settembre peri  due anniversari della statua di Aurelio Saffi, i cento anni della statua e i 60 anni della sua ricostruzione, dopo la parziale distruzione del basamento avvenuta nell’estate 1944 in conseguenza ad un bombardamento aereo, si parte con una serie di eventi. Sabato a Palazzo Romagnoli, si terrà una conferenza con Andrea Savorelli, autore e curatore del libro, assieme a Flavia Bugani, dal titolo “Le due vite del monumento ad Aurelio Saffi a Forlì”. Di grande impatto emotivo sarà la dedica speciale ai “cento anni” del monumento simbolo della città, che verrà proposta nell’ambito del concerto “Cara Forlì” che si svolgerà durante la serata.

Crisalide Festival

Doppio appuntamento venerdì con Crisalide il disegnatore Stefano Ricci e il musicista Giacomo Piermatti portano sul palcoscenico del Teatro Felix Guattari, lo spettacolo “Spinner - Un atto dal vivo”, un viaggio tra musiche catartiche e visioni di altri mondi, dove è necessario perdersi, in una caduta libera all'interno del suono e del disegno, intimamente e segretamente connessi. Sempre nella stessa serata, è di scena la compagnia bolognese Ateliersi con “Non stare ferma nel vento”, reading poetico e musicale ideato e interpretato dalla attrice e autrice Fiorenza Menni, che porterà in vita le voci di grandi autrici del passato.

Cosa fare nel weekend a Cesena

Cosa fare nel weekend a Ravenna

Cosa fare nel weekend a Rimini

Libri: dalla gastronomia alla natura, passando per Dante

Sabato al Parco della Resistenza di Santa Sofia, la presentazione del libro "I tesori gastronomici dell'Appennino casentinese" di Graziano Pozzetto, giornalista, scrittore, gastronomo. Negli anni dei suoi “vagabondaggi” e delle sue indagini, al nascere di Slow Food (di cui fu uno dei fondatori), per Graziano Pozzetto la scoperta dell’Alto Appennino tosco-romagnolo e delle Foreste del Casentino fu come un dono prezioso, l’esperienza di sapori e profumi capaci di gratificare non solo il palato – quello evocato da Tonino Guerra quando ricordava «il raviggiolo freschissimo di Casteldelci» come «una carezza del palato!» –, ma anche il cuore e l’anima: la conoscenza dell’identità montanara.

Sabato mattina,nell'area antistante l'Agriturismo "La Lenticchia" a Forlì, verrà presentato il libro "Nei meandri del fiume Ronco" di Gabriele Zelli, fotografie di Fabio Casadei. A seguire Zelli condurrà una passeggiata di circa 4 chilometri totali alla scoperta del fiume Ronco e delle sue bellezze naturalistiche. Gabriele Zelli dopo aver dedicato, insieme a Marco Viroli, due guide alla Città di Forlì, con questo nuovo volume ha posto l'attenzione su una parte molto suggestiva del territorio locale, in particolare sui Meandri del fiume Ronco e sui due percorsi naturalistici che si snodano lungo corso d'acqua a partire da Magliano e da Selbagnone.  Sempre sabato, nel pomerigio, al Castello di Cusercoli, verrà presentato il libro "I luoghi di Paolo e Francesca nel Forlivese. Polenta di Dante, Giaggiolo, Castelnuovo, Cusercoli", di Marco Viroli e Gabriele Zelli, con le fotografie di Tiziana Catani e Dervis Castellucci. Al termine della presentazione si potrà partecipare ad una visita guidata all'antica fortificazione a cura della Pro Loco.  Pensato e realizzato in occasione del 700esimo anniversario della morte del Sommo Poeta, il progetto degli itinerari danteschi nel Forlivese è articolato in tre parti distinte e integrate al tempo stesso che vanno a ripercorrere il percorso di Dante Alighieri esule nel Forlivese: “Itinerario dantesco nella valle dell’Acquacheta”, “Sulle tracce di dante a Forlì” e “I luoghi di Paolo e Francesca nel Forlivese”.

Musica

Venerdì nella cornice dell’Arena San Domenico di  Forlì, il Coro Città di Forlì, diretto dal M° Omar Brui, e l'Associazione Forlì per Giuseppe Verdi, presentano un concerto verdiano a 120 anni dalla morte del più grande operista italiano. Verranno eseguite alcune tra le più belle pagine per coro e solisti tratte dalle opere: Nabucco, I Lombardi alla Prima Crociata, La Traviata, Il Trovatore, Aida, La Forza del Destino, Luisa Miller, Ernani e altre ancora. Sempre venerdì, in piazza Pasquale II a Corniolo, "Viaggio in Italia": spettacolo musicale sulle orme di Goethe. Al pianoforte il Maestro Ezio Monti, tenore Carlo Angelotti, contralto Stefania Fioretti, baritono Maurizio Zanchetti, clarinetto Fabio Battistelli, violino Marco Fornaciari. Domenica al Centro per la Pace di Forlì, l'incontro "Parole in concerto: l'ascolto, la cura, la pace", con  Silvia Rambaldi, clavicembalo, Daniele Salvatore, flauto dolce e traverso. Testi a cura del Movimento Darsi Pace e del Centro per la Pace di Forlì. 

Alla scoperta dei luoghi di Caterina Sforza e Festa d'la Fameja

Venerdì una visita guidata attraverso i luoghi di tutto il centro storico di Forlí, legati alle avvincenti vicende di Caterina Sforza Riario Medici, passata alla storia come la “Tigre di Forlì” e la “Leonessa di Romagna”, partendo dai giardini Pubblici della Rocca di Ravaldino. Durante il weekend "San Giorgio in Festa - Festa d'la Fameja", si terrà nell'area parrocchiale: venerdì "serata tagliatella", sabato il complesso "Formula Tris" e domenica pranzo della famiglia.

In mostra

All’interno del calendario della Festa dell’Ospitalità di Bertinoro venerdì si inaugura la mostra “Le Chapelier fou” – Il Cappellaio matto, dedicata all’artista Gian Marco Grilli. Nei locali dello spazio espositivo di via Oberdan 6, proprio di fronte alla Colonna degli Anelli sarà visitabile una selezione di quadri e alcuni scatti per una retrospettiva voluta dagli amici, per ricordarlo una volta di più e ritrovarlo nelle sue fotografie, nei pensieri sparsi, nelle tracce lasciate quando se ne è andato all’improvviso lo scorso dicembre. A chi è rimasto restano le tracce della creatività insaziabile di Gian Marco, in arte Jean Drugovich. A suo modo era pittore, fotografo, narratore. 

Da sabatova in scena il "primo atto" della mostra Dantesca curata, presso la galleria "A casa di Paola" di Forlimpooli, da Orlando Piraccini e dedicata all'illustrazione dell' “Inferno" da parte di Roberto Casadio. Intitolata "A l’altra riva fra la perduta gente" la mostra raccoglie dipinti, disegni, acquarelli del maestro forlivese prematuramente scomparso lo scorso anno. Sabatoa Meldola, presso si terrà la cerimonia di consegna del Premio “Nella Versari”, che quest’anno sarà conferito al pittore forlivese Daniele Masini. A seguire, sarà inaugurata la mostra personale dell’artista presso la Galleria Luigi Michelacci. La mostra sarà aperta fino al 26 settembre.

Un illustratore che è anche uno sfoglino, una passione per la pasta fresca tirata al mattarello, immagini dallo stile minimale. Questi gli ingredienti della mostra “Di terra, di forme - Storia illustrata della sfoglia", allestita a Casa Artusi fino al 12 settembre. In esposizione una quindicina di pannelli che raccontano con linee semplici e pulite e forme quasi astratte il ‘miracolo’ del tagliere e del mattarello, la trasformazione di uova e farina da informe impasto a gialla circonferenza, liscia e compatta. A firmare le opere Emanuele Montanari, in arte mastrosfoglino, giovane illustratore di Lugo che all’amore per le immagini unisce quello per la gastronomia e in particolare proprio per la sfoglia.

Alla sede della Fondazione Dino Zoli a Forlì, è  aperta al pubblico la mostra personale di Massimo Sansavini, “Prima-Vera. La natura fuori”. Il percorso espositivo comprende dieci opere a parete in lamina di metallo e pittura digitale appartenenti all’ultima produzione dell’artista.  Allo spazio "Candischi" di Forlì è visitabile a mostra' Galbuli', che raccoglie opere di sei artisti: Andrea Bozzi, Sergio Gutiérrez, Cristiano Pinna, Iacopo Raggi, Francesco Selvi e Alberto Stambazzi. È una mostra musicata, un’installazione che comprende opere di pittura, disegno, illustrazione e scultura. Predappio rende omaggio al Sommo Poeta con la mostra storica documentale dal titolo “Dante. Il più italiano dei poeti, il più poeta degli italiani”, allestita presso la Casa Natale Mussolini, grazie al contributo di numerose istituzioni storiche e culturali che hanno dato in prestito alcune opere e documenti, come il Vittoriale degli Italiani, l’archivio Mart di Rovereto e l’Archivio storico Istituto Luce di Roma. 

A Santa Sofia, fino a domenica, c'è la mostra “Grafiche” di Arnaldo Pomodoro. La mostra celebra la riapertura della Galleria “Vero Stoppioni”, dopo la pausa dovuta all’emergenza sanitaria e rappresenta la straordinaria occasione di ammirare opere in cui si ricapitolano le tappe principali del percorso artistico del maestro che si annovera tra i più grandi nella scena nazionale come in quella internazionale.I suggestivi spazi della Galleria dialogheranno con una quarantina di opere, in prevalenza calcografie in rilievo, nelle quali si coglie la fitta trama di rimandi, analogie, citazioni che intercorrono con le opere scultoree di Pomodoro

L’Accademia degli Incamminati presenta la mostra 'Selva molle' di Chiara Lecca e Nicola Samorì a cura di Sabrina Samorì, negli spazi dell’ex chiesa di San Rocco a Modigliana, fino a domenica. La mostra è stata realizzata nell’ambito del Festival dei Sentieri Agrourbani di Modigliana: si sviluppa come un dialogo a due voci tra Chiara Lecca e Nicola Samorì all’interno della seicentesca Chiesa, ora sconsacrata, dedicata a San Rocco e situata nel centro storico del piccolo borgo romagnolo.

A Portico di Romagna è visitabile, fino a domenica,  la mostra “Dante in Armi” evento collegato alla mostra “Dante. La visione dell’arte”, presso il teatro comunale di Portico sarà possibile vedere una collezione di armi originali del XIII e XIV secolo, corredata da pannelli esplicativi e riproduzioni ad uso didattico.Una mostra unica nel suo genere poiché le armi del tempo di Dante sono una rarità assoluta. E' aperta al pubblico su appuntamento, ma solo per un gruppo sopra le 20 unità, la mostra "Il paese dei Mussolini. Luigi, Alessandro e Benito" allestita alla Casa natale Benito Mussolini di Predappio, dove si potranno ammirare documenti inediti, lettere e fotografie.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nel weekend "Cara Forlì" celebra Secondo Casadei. Poi la Festa dell'Ospitalità, "Mosto" e "Operaie Fest"

ForlìToday è in caricamento