Scuola

Educazione civica a scuola: natura, storia, sicurezza e legalità, arrivano 73 percorsi formativi

I laboratori, le visite didattiche, i toolkit e in generale tutte le attività raccolte in catalogo offrono un ampio ventaglio di possibilità per l’insegnamento dell’educazione civica

Ambiente, sicurezza, educazione civica, storia locale, formazione professionale, contrasto alle dipendenze, e promozione della legalità. Si rinnova per l'anno scolastico 2021-2022 l'offerta formativa a cura del Multicentro per la sostenibilità e l’educazione ambientale nelle aree urbane (Mause) del Comune di Forlì, uno dei 38 Centri di educazione alla sostenibilità (Ceas) della Regione Emilia-Romagna.

Il catalogo, patrocinato dall’Ufficio Scolastico Regionale e nato dalla collaborazione tra Mause Unità Ambiente ed Unità Supporto all’Innovazione Educativa – Sie del Comune di Forlì, raccoglie quest’anno 73 percorsi formativi proposti dallo Sportello Mause e da altre 35 realtà (associazioni, enti, sevizi comunali e professionisti del settore), che operano nel campo della sostenibilità ambientale e della cittadinanza attiva con l’obiettivo di educare i più giovani ad abitare il mondo in modo diverso e a ragionare sul lungo periodo, ponendo maggiore attenzione ai temi ambientali, alla sostenibilità delle nostre economie e dei nostri stili di vita e progettando nuovi mestieri che sappiano guardare al futuro rispettando ciò che ci circonda.

I laboratori, le visite didattiche, i toolkit e in generale tutte le attività raccolte in catalogo offrono un ampio ventaglio di possibilità per l’insegnamento dell’educazione civica, che da giugno 2020 è entrata a fare parte ufficialmente degli insegnamenti scolastici con 33 ore espressamente dedicate, a partire già dai piccoli alunni della scuola dell’infanzia. Nello specifico, le iniziative in Catalogo rientrano nel secondo asse previsto dalle Linee Guida per l’insegnamento di questa materia, nel quale sono inclusi i temi riguardanti l’educazione alla salute, la tutela dell’ambiente, il rispetto per gli animali e i beni comuni, la protezione civile.  Il volume è organizzato in 4 macroaree tematiche e relative sotto aree: uso delle risorse, biodiversità, cittadinanza attiva- beni comuni e mobilità sostenibile. All’interno delle aree tematiche sono sviluppati diversi temi specifici (rifiuti, energia, acqua, cambiamento climatico, spreco alimentare, ecosistemi, flora e fauna, beni comuni, legalità, protezione civile, sani stili di vita, mobilità sostenibile) che rappresentano le priorità di intento formativo-educativo sul tema della sostenibilità del Comune di Forlì e contribuiscono al raggiungimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell'Agenda Onu 2030.

Tra le novità di quest’anno il catalogo presenta laboratori che si avvalgono dello strumento del coding- attività di programmazione informatica- dedicate ai più piccoli e toolkit che i docenti potranno utilizzare in modalità autonoma con le classi, che offrono approfondimenti e schede di lavoro sui temi dell’Agenda Onu 2030 e della mobilità sostenibile. Ulteriore novità è il laboratorio proposto da UCS Forlì, pensato per far conoscere ai giovani la cultura della Protezione Civile, sensibilizzare gli alunni delle scuole primarie sull’apporto delle unità cinofile, anche mediante dimostrazioni delle tecniche utilizzate con la presenza dei cani a scuola. Tutti i laboratori e le attività riportate nel volume sono descritti in specifiche schede nelle quali sono riportati, contenuti didattici, obiettivi progettuali, referenti e modalità di svolgimento e sono soggetti ad esaurimento posti.

I docenti potranno consultare la versione Pdf del volumetto, disponibile sul sito del Comune alla sezione "Servizi e informazioni - Ambiente" e prenotare i laboratori e i toolkit, cliccando sui link d’iscrizione personalizzati che si trovano in fondo alle schede progettuali. Per garantire un’equa distribuzione dei laboratori in tutti gli Istituti Comprensivi, le scuole paritarie e le scuole secondarie di II grado che ne faranno richiesta, la conferma definitiva di assegnazione dei laboratori sarà comunicata ai docenti solo dopo la data di scadenza delle iscrizioni, fissata per il 31 ottobre. Per informazioni generali i docenti potranno scrivere o telefonare allo Sportello Mause (0543 712533) negli orari di apertura (martedì dalle 15 alle 18), mentre per informazioni specifiche sulle attività dovranno essere contattati i referenti specifici indicati nelle schede descrittive.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Educazione civica a scuola: natura, storia, sicurezza e legalità, arrivano 73 percorsi formativi

ForlìToday è in caricamento