Scuola

Colazioni e merende sane per i bimbi a scuola: i consigli del nutrizionista

Abbiamo chiesto a Cristian Laghi, biologo nutrizionista e laureato in scienze motorie, che lavora a Forlì, alcuni consigli per le famiglie

Ormai è risaputo che le abitudini alimentari sono fondamentali per la salute, proprio per questo educare i bambini ad un’alimentazione sana è fondamentale per prevenire l’obesità infantile o carenze di crescita. Secondo l’Istituto superiore di Sanità l’Italia resta tra i paesi europei con il numero più alto di bambini in sovrappeso, 20,4%, e di bambini obesi, 9,4%, compresi i gravemente obesi che rappresentano il 2,4%. 

Anche per i bambini in età scolare, la colazione è uno dei pasti fondamentali della giornata che dovrebbe apportare dal 15 al 18 per cento del’introito calorico giornaliero, fornendo il giusto apporto di nutrienti per affrontare una giornata di studio. Stessa funzione per la merenda di metà mattina, che dalle scuole elementari gli studenti portano da casa. Negli asili, sia nei nidi che nelle materne invece, la merenda viene fornita dalla scuola. 

Abbiamo chiesto a Cristian Laghi, biologo nutrizionista e laureato in scienze motorie, che lavora a Forlì, alcuni consigli per le famiglie. Prima di tutto, “accanto ad una corretta alimentazione è imprescindibile attività fisica a qualsiasi età, strutturata o non. Le esigenze nutrizionali sono ovviamente relative allo stato di crescita, un bimbo più piccolo dovrà introdurre più calorie, rispetto ad uno più grande, in rapporto al peso corporeo”.

Partiamo dalla colazione, “Per essere sana deve contenere tutti e tre i macronutrienti – spiega Laghi -, proteine, carboidrati complessi e grassi. Come carboidrati sono da preferire quelli non raffinati. Le proteine possono essere introdotte con i latticini, fondamentali per il giusto apporto di calcio: oltre a latte e yogurt, ottimi anche i formaggi magri. I grassi necessari sono già contenuti in questi alimenti. Se si vogliono utilizzare proteine vegetali si possono arricchire i cereali con frutta secca a guscio. Anche la frutta di stagione a colazione può fornire la giusta dose di carboidrati, oltre alle vitamine”. 

Alcuni esempi di colazioni sane e bilanciate: “Una fetta di torta fatta in casa, biscotti fatti in casa, pane o cereali vanno benissimo come carboidrati. Ovviamente è sempre meglio prediligere alimenti poco zuccherati - chiarisce il nutrizionista -, perché gli zuccheri semplici non fano altro che dare sonnolenza dopo un’ora dall’ingestione.  E’ molto più facile abituare un bambino a mangiare scarsamente salato e scarsamente zuccherato, sin da piccolo. Pane burro e marmellata, può essere una buona colazione, non da non fare però tutti i giorni, per via del burro. Se si acquistano prodotti già pronti, è meglio rivolgersi al forno di fiducia, piuttosto che acquistare alimenti confezionati”. 

La merenda a metà mattina, “deve servire a recuperare le energie psichiche che sono state consumate e ad affrontare le ore successive fino al pranzo. Anche in questo caso devono essere presenti tutti i macronutrienti.  E’ sempre importante variare. Alcuni esempi: un frutto di stagione con yogurt, un panino con affettato magro, pane e frutta a guscio. La merenda deve essere bilanciata per non creare sonnolenza”. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Colazioni e merende sane per i bimbi a scuola: i consigli del nutrizionista

ForlìToday è in caricamento