La natura della Romagna: si svela una nuova guida

Il libro è realizzato dall’assessorato della Regione Emilia-Romagna alla Difesa del Suolo e della Costa, Protezione civile, Politiche ambientali e della Montagna

Un volto importante della Romagna è quello della sua natura. Una natura davvero eccezionale, o meglio dire dotata di un’elevata biodiversità, stando a quanto riportato negli elenchi presenti a Bruxelles. Si tratta della natura comunitaria, in altre parole quella che l’Unione Europea ha stabilito di proteggere in quanto rara, minacciata e importante. La Romagna, diversamente a quanto si possa pensare (in effetti viene ricordata maggiormente per le sue spiagge), possiede una ricchezza di specie animali, vegetali e di habitat, tra le più elevate del continente europeo. Per celebrare questo significativo dato, raccontare e descrivere ogni sito di questa rete romagnola della naturalità d’importanza europea, è stata appena pubblicata una guida dal titolo “La Rete Natura 2000 della Romagna”.

Il libro, realizzato dall’assessorato della Regione Emilia-Romagna alla Difesa del Suolo e della Costa, Protezione civile, Politiche ambientali e della Montagna, verrà presentato in anteprima in una giornata appositamente promossa dall'Ente di Gestione per i Parchi e la Biodiversità-Romagna, unitamente alla Regione Emilia-Romagna e al Comune di Forlì, che si terrà mercoledì, alle 20.15, nel salone comunale di Forlì (Piazza Saffi, 8). Il libro sarà presentato attraverso l’intervento degli autori della guida, ricercatori e responsabili delle strutture regionali e locali per la gestione del patrimonio naturalistico della rete dei siti d’importanza europea, chiamata Rete Natura 2000. Ai partecipanti sarà distribuita gratuitamente una copia della pubblicazione.

Per mettere in pratica la conoscenza di questi siti naturalistici, domenica prossima sono previste due escursioni didattiche. Una, di intera giornata, alla scoperta della biodiversità del Sito di Rete Natura 2000 sul fiume Marecchia “Torriana, Montebello, Fiume Marecchia” (ritrovo alle ore 9.30 in Piazza Ganganelli a Santarcangelo di Romagna). L’altra, di mezza giornata, nel Sito di Rete Natura 2000 delle colline forlivesi “Pietramora, Ceparano, Rio Cozzi” (ritrovo alle ore 09.30 a Castrocaro Terme, presso parcheggio cimiteriale di Via Guglielmo Marconi, 93). Illustrano e guidano esperti dell’Ente di Gestione per i Parchi e la Biodiversità-Romagna e della Regione Emilia-Romagna. L’ingresso è libero e le attività gratuite. Per informazioni: fiorenzo.rossetti@ regione.emilia-romagna.it  – 0543 714313 – 338 2151442 www.parchiromagna.it, facebook “scuola parchi romagna”

Potrebbe interessarti

  • Cattivi odori addio: ecco come pulire i bidoni della spazzatura

  • Top Hairstylist in città: scopri a chi affidare il tuo prossimo cambio di stile

  • Evitare la bolletta salata in estate con questi 3 suggerimenti

  • Nausea e cerchi alla testa? 5 rimedi per far passare prima la sbornia

I più letti della settimana

  • Giovane harleysta morto sulla Cervese, la fidanzata in prognosi riservata. C'è un testimone della sciagura

  • Tragico incidente all'alba: quattro morti, tra loro due fratelli minori

  • Va alla scoperta delle bellezze rurali, un infarto lo uccide: la vittima è un volto noto di Forlì

  • Tragedia nella notte: si schianta contro un albero, muore una 26enne

  • Ancora sangue sulle strade: sciagura in serata, muore un 28enne forlivese

  • Accertato un caso di Dengue a Forlì: scatta il Piano di disinfestazione contro la zanzara tigre

Torna su
ForlìToday è in caricamento