Atti di nascita e riconoscimento: le istruzioni del comune di Forlì

Quando nasce un bambino è necessario effettuare la denuncia di nascita, affinché si possa tenere traccia dell'evento e della sua esistenza. Se i genitori non sono sposati, inoltre, è necessario procedere al riconoscimento. Vediamo come

La nascita di un figlio è un momento di gioia e felicità per tutta la famiglia. Per accogliere un neonato però non c'è solo bisogno di numerosi oggetti, dai pagliaccetti ai pannolini alla culla, ma è anche necessario effettuare la denuncia di nascita, affinché il comune in cui si è verificata la nascita possa tenere traccia dell'evento e della sua esistenza.

Che cos'è la denuncia di nascita?

La denuncia di nascita è l'iscrizione del neonato nei Registri di Stato civile e la contestuale iscrizione anagrafica presso la residenza dei genitori, se uguale, e se diversa presso la residenza della madre.  

Come rendere la denuncia di nascita a Forlì

La denuncia di nascita è un procedimento gratuito e deve essere resa entro 10 giorni dal parto da parte del padre o della madre (se i genitori sono coniugati tra loro) o, in mancanza di essi, da un loro procuratore speciale o dal medico o dall'ostetrica che ha assistito al parto, presso il Comune di nascita oppure presso il Comune di residenza dei genitori. In alternativa, la denuncia di nascita può essere resa entro 3 giorni dalla nascita presso la Direzione Sanitaria del centro di nascita (Ospedale o Clinica Privata). Al momento della denuncia di nascita il dichiarante deve presentare un documento di riconoscimento e l'attestazione di nascita (rilasciata dal Medico o dall'Ostetrica che ha assistito al parto).

Nel caso in cui i genitori non siano coniugati tra loro, ma intendano riconoscere entrambi il bambino, al momento della denuncia è necessaria la presenza sia del padre che della madre, muniti di documento di riconoscimento. Il figlio naturale può essere riconosciuto dai propri genitori, anche se già uniti in matrimonio con altra persona all'epoca del concepimento.

Per i genitori stranieri, non titolari di carta d'identità, occorre esibire il passaporto e/o permesso di soggiorno, inoltre, se non conoscono la lingua italiana, devono essere accompagnati da un traduttore.

Purtroppo non sempre le cose procedono per il meglio. Se un bambino nasce morto, o muore prima della denuncia di nascita, la denuncia va effettuata ugualmente, ma in questo caso deve essere effettuata esclusivamente presso l'Ufficio di Stato Civile dove si è verificato l'evento. Gli atti relativi vengono inviati per la trascrizione e l'aggiornamento dello stato di famiglia nel Comune di residenza della madre.

Se la dichiarazione è fatta dopo più di 10 giorni dalla nascita, l'Ufficiale dello Stato Civile può riceverla solo se vengono espressamente indicate le ragioni del ritardo; del ritardo viene in ogni caso data segnalazione al Procuratore della Repubblica. 

Riconoscimento figlio naturale

Esiste anche un altro importante procedimento, dedicato ai figli nati fuori dal matrimonio, i cosiddetti figli naturali, che devono essere riconosciuti dai genitori. Questo evento può verificarsi, come vedremo, anche molto avanti nella vita del bambino.

Il riconoscimento del figlio naturale può essere effettuato: 

  • prima della nascita: dalla sola madre; da entrambi i genitori; dal padre, ma solo dopo il riconoscimento della madre e previo consenso della stessa;
  • al momento della nascita, con dichiarazione congiunta di entrambi i genitori;
  • dopo la denuncia di nascita: in questo caso, esistono ulteriori condizioni da soddisfare:
    • Il riconoscimento del figlio che non ha compiuto 16 anni non può avvenire senza il consenso del genitore che per primo lo ha riconosciuto;
    • Il riconoscimento del figlio che ha compiuto i 16 anni non ha effetto senza il suo consenso.
    • Il riconoscimento può avvenire anche se i genitori erano uniti in matrimonio con altra persona all' epoca del concepimento.

Inoltre è importante ricordare che non si può riconoscere un figlio se non si sono compiuti i 16 anni.

Il riconoscimento da parte di genitori stranieri è disciplinato dalla loro legge nazionale: il genitore straniero per effettuare il riconoscimento deve dunque presentare apposito Nulla Osta rilasciato dalla competente Autorità Consolare in Italia.

Per riconoscere un figlio è necessario prendere appuntamento con l'Ufficiale di Stato Civile. 

Le tempistiche dipendono dal periodo necessario per l'acquisizione dei documenti, e il procedimento è gratuito.

Dove rivolgersi per denuncia di nascita e il riconoscimento a Forlì

Unità Anagrafe e Stato Civile - Comune di Forlì
Piazzetta della Misura, 5
Tel. 0543/712333-712250
mail: servizi.demografici@comune.forli.fc.it
Dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 13.00, giovedì pomeriggio dalle 14.30 alle 17.00, sabato dalle 8.30 alle 12.30.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Attenzione: a causa dell'emergenza coronavirus potrebbero esserci modifiche negli orari o restrizioni: consigliamo di telefonare prima di recarsi di persona.

Convivenza di fatto a Forlì: procedura e informazioni per la registrazione

Carta di identità: tutte le informazioni per richiederla

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, il bollettino domenicale: altri contagiati nel Forlivese

  • Non ce l'ha fatta il motociclista tamponato da un'auto: era un volto noto della città

  • Coronavirus, ci sono i primi due studenti positivi: nessuna chiusura di classi e scuole

  • Coronavirus, altri quattro casi a Predappio. Tra i contagiati anche uno studente

  • Coronavirus, 5 pazienti in terapia intensiva. Scoppia un nuovo focolaio a Predappio

  • Denis Dosio, tanta sofferenza dietro il successo: confessione in lacrime al Grande Fratello

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ForlìToday è in caricamento