Certificato morte: tutte le informazioni utili del comune di Forlì

La comunicazione dell’avvenuto decesso di una persona è spesso richiesta per disdire le utenze domestiche attive a suo nome, per bloccare il pagamento della pensione erogata dall’INPS o ancora per la successione ereditaria

La morte di un familiare o di una persona cara è un momento di grande dolore; tuttavia è necessario adempiere a una serie di incombenze burocratiche come ad esempio la richiesta del certificato di morte. Questo documento è molto importante in quanto serve a regolare i rapporti tra privati o con le Pubbliche Amministrazioni. La comunicazione dell’avvenuto decesso di una persona è infatti spesso richiesta per disdire le utenze domestiche attive a suo nome, per bloccare il pagamento della pensione erogata dall’INPS o ancora per la successione ereditaria. Trattandosi di un momento difficile e molto delicato, ecco le principali informazioni in merito per facilitare il processo.

Che cos’è il certificato di morte?

Il certificato di morte (o estratto di morte) è un documento che viene rilasciato su richiesta dall’Ufficio di Stato Civile del Comune di residenza del defunto o del Comune in cui è avvenuto il suo decesso. Il certificato di morte contiene, oltre alle generalità del defunto, due informazioni fondamentali che ne attestano ufficialmente il decesso:

  • nome, cognome e stato civile del defunto;
  • data e luogo in cui è avvenuto il decesso;
  • numero di protocollo associato alla registrazione dell’atto di morte, da cui risulta il decesso.

A cosa serve il certificato di morte?

  • Motivi di successione ereditaria: Gli eredi interessati sono tenuti infatti a presentare entro 12 mesi dalla morte del defunto la dichiarazione di successione all’Agenzia delle Entrate. Tra i documenti richiesti per la pratica è presente anche il certificato di morte;
  • sospensione del pagamento della pensione a nome del defunto;
  • disattivazione dei contratti di fornitura di servizi (acqua, luce, gas, internet etc) a nome del defunto;
  • per richiedere dei giorni di permesso a lavoro: In caso di morte di un familiare, il lavoratore ha diritto ad un permesso retribuito (permesso per lutto) che gli consente di assentarsi dal lavoro per qualche giorno (3 giorni l’anno).

Il certificato di morte può essere richiesto da tutti i soggetti che abbiano la necessità di dichiarare la morte di una persona. Dunque non soltanto i parenti, ma tutti quei soggetti che conoscono i dati anagrafici del defunto.

Qual è differenza tra certificato di morte e atto di morte?

Certificato e atto di morte sono due documenti diversi, anche se nella pratica spesso vengono confusi ed i due termini vengono utilizzati in modo improprio. L’atto di morte è un atto redatto da un ufficiale di stato civile che certifica l’autenticità di una dichiarazione di morte di un soggetto. Si tratta di una prestazione gratuita.

Se il decesso si verifica presso

  • un’abitazione privata, l’atto di morte può essere richiesto da un familiare o dall’agenzia funebre che si occuperà del funerale;
  • un ospedale o una casa di cura, l’atto di morte viene richiesto da un medico o da un direttore sanitario.

Nell'atto di morte sono contenute le seguenti informazioni:

  • luogo, data ed ora in cui è avvenuto il decesso;
  • nome e cognome del defunto;
  • luogo e data di nascita del defunto;
  • residenza e cittadinanza del defunto;
  • nome e cognome del coniuge del defunto;
  • generalità del dichiarante (nome, cognome, luogo e data di nascita).

La dichiarazione non può essere effettuata prima delle 15 ore dal decesso.

Per ricavare il certificato di morte, dunque, occorre prima che il Comune rediga l’atto di morte. La differenza sta proprio nella natura dei due documenti: senza l’atto di morte, il Comune non può redigere e consegnare il certificato di morte.

Come richiedere l'atto di morte?

Una volta individuato il Comune di interesse per presentare la richiesta, è necessario compilare e consegnare l’apposito modulo all’URP (Ufficio Relazioni con il Pubblico), all’Ufficio di stato civile o all’Ufficio Anagrafe.

Due sono le possibili alternative per presentare la richiesta del certificato di morte:

  • recarsi personalmente al Comune di competenza territoriale;
  • avvalersi degli strumenti telematici o altre modalità messe a disposizione dal Comune.

Se non hai modo e tempo per consegnare la richiesta di persona, puoi scaricare l’apposito modulo sul sito istituzionale del Comune di riferimento ed inviare la richiesta nei seguenti modi:

  • via posta all’indirizzo indicato dal Comune. Solitamente la richiesta va inviata all’Ufficio Anagrafe o all’Ufficio di stato civile;
  • via fax, al numero indicato dal Comune;
  • via Pec, all’indirizzo di posta elettronica indicato dal Comune;
  • usufruendo dei servizi online predisposti dal Comune.

Se scegli una delle 4 opzioni su indicate, ricorda di:

  • compilare correttamente tutti i campi presenti sul modulo;
  • firmare il modulo;
  • allegare una fotocopia del tuo documento di identità.

Per quanto riguarda i tempi di rilascio, generalmente il certificato di morte viene rilasciato seduta stante nel caso in cui si faccia la richiesta presso il Comune ed in 2 giorni lavorativi per le richieste via fax, via pec oppure online. Tempi più lunghi sono previsti per la richiesta inviata a mezzo posta. Il certificato ottenuto ha validità illimitata.

Qual è il costo dell'atto e del certificato di morte?

A prescindere dalla modalità di richiesta del certificato di morte, il rilascio del documento è sempre gratuito.

Certificato di morte a Forlì, dove rivolgersi?

Unità Anagrafe e Stato Civile del Comune di Forlì si occupa di redigere, generalmente su richiesta dell'agenzia funebre, l'atto di morte, al quale segue il rilascio del certificato (o estratto) di morte.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Unità Anagrafe e Stato Civile - Comune di Forlì
Piazzetta della Misura, 5
Tel. 0543/712333-712250 - Fax 0543/712208
mail: servizi.demografici@comune.forli.fc.it
Orari: lun-ven dalle 8.30 alle 13.00, giovedì pomeriggio dalle 14.30 alle 17.00, sabato dalle 8.30 alle 12.30.

Come chiedere il cambio di residenza a Forlì

Come chiedere o rinnovare il passaporto a Forlì

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dalla quaterna al terno: la Dea Bendata trova casa in Corso Garibaldi, nuova gioia col Lotto

  • Attacco di recensioni negative, il ristorante pubblica un cartello contro gli "haters"

  • Incidente sulla Cervese, ci sono feriti: lunghe code di auto nel rientro dalla riviera

  • Non ce l'ha fatta il motociclista tamponato da un'auto: era un volto noto della città

  • Dove mangiare a Cesenatico? La top 5 dei ristoranti di pesce

  • Attraversa davanti all'Electrolux, gravissimo un lavoratore investito da un'auto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ForlìToday è in caricamento