Meteo

Meteo, settimana con altalena termica: prima il maglioncino, poi di nuovo caldo

La discesa di aria fredda attiverà la formazione di precipitazioni sparse nella mattinata di lunedì

E' confermato il brusco scalo delle temperature per l'inizio della nuova settimana. Tra lunedì e martedì la Romagna si troverà sotto l'influenza di massa d'aria fredda artico-marittima e polare-marittima, che saranno precedute da un temporaneo richiamo di correnti sud-occidentali, con venti di Garbino sui rilievi. Lo scenario atmosferico vede l'alta pressione spingersi sulle latitudini settentrionali, spingendo di conseguenza una massa d'aria fredda sul vecchio continente. Anche l'Italia sarà influenzata da questa circolazione, con termiche in quota che subìranno nel giro di poche ore una flessione tra i 12 ed i 15°C.

La discesa di aria fredda attiverà la formazione di precipitazioni sparse nella mattinata di lunedì, che localmente potranno assumere carattere di rovescio temporalesco. Per questo motivo la Protezione Civile dell'Emilia Romagna ha diramato un'allerta gialla. Recita il bollettino: "A partire dalla mattina di lunedì, per la discesa di una saccatura a Est della Penisola Italiana, si attiveranno venti forti sulle coste, di intensità compresi tra 50 e 70 km/h (intensità tra 7 e 8 della scala Beaufort) e con temporanei rinforzi o raffiche di intensità superiore". Nell'avviso viene specificato che il mare sarà "agitato al largo, con altezza dell'onda superiore a 2,5 metri". Si tratta di condizioni tali da determinare la "possibilità di mareggiate sul settore costiero, dovute alla combinazione di altezza dell'onda superiore a 2 metri e marea attorno a 0,7 metri". Non si esclude anche "un'attività temporalesca, anche organizzata, durante la mattina ma in attenuazione ed esaurimento dal pomeriggio".

Essendo una massa d'aria particolarmente secca, non sono attese comunque precipitazioni di rilievo. Gli effetti delle correnti fredde in quota si faranno sentire in pianura tra martedì e mercoledì, quando si attendono minime tra 10 e 13°C e massime tra 17 e 20°C. La ventilazione continuerà ad essere dai quadranti nord-orientali, con rinforzi sulla costa, dove il mare continuerà ad essere molto mosso. Successivamente le temperature torneranno ad aumentare con valori ancora una volta sopra le medie, anche se non si raggiungeranno i valori degli ultimi giorni con alti tassi di umidità.Insomma sono attese sì temperature frizzanti, ma l'autunno, quello vero, stenta a decollare. Sul medio-lungo periodo i modelli matematici non intravedono l'ingresso delle grandi perturbazioni atlantiche, quelle ricche di pioggia. Si attende un nuovo innalzamento dell'alta pressione verso le latitudini settentrionali, con un nuovo richiamo di correnti fresche dall'Est Europa che riporteranno le temperature su valori tipici del periodo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Meteo, settimana con altalena termica: prima il maglioncino, poi di nuovo caldo

ForlìToday è in caricamento