Meteo, weekend da "bollino rosso". Poi i temporali spazzeranno via il grande caldo

Farà caldo anche di notte, con le temperature comprese tra 24 e 27°C nei centri urbani, leggermente inferiori nelle aree di aperta campagna

Condizioni di "forte disagio biblioclimatico" nei centri urbani fino a domenica. Poi da lunedì si assisterà ad un sensibile abbassamento delle temperature. Anche il fine settimana sarà dominato dalla presenza dell'anticiclone africano, con la colonnina di mercurio che potrà toccare punte tra 35 e 38°C. Temperature che, unite all'alta percentuale di umidità, favoriranno condizioni di afa. Farà caldo anche di notte, con le temperature comprese tra 24 e 27°C nei centri urbani, leggermente inferiori nelle aree di aperta campagna.

Da domenica i modelli confermano un cambiamento delle condizioni atmosferiche per l'arrivo di una perturbazione di origine atlantica. L'inizio di settimana si manifesterà con alcuni forti temporali, che spazzeranno via il caldo. Le condizioni meteorologiche di questi giorni stanno favorendo anche l'innalzamento dei valori di ozono in atmosfera.

Le concentrazioni di ozono giovedì hanno raggiunto al Parco della Resistenza i 188 microgrammi per metrocubo. Almeno fino a domenica i valori di ozono rimarranno elevati con probabili superamenti, considerate le alte temperature e la radiazione solare che resterà elevata. Il transito di una veloce perturbazione per lunedì dovrebbe far diminuire i valori di concentrazione dell'ozono. 

 Da mercoledì è atteso un generale miglioramento. Le temperature subiranno inizialmente un sensibile calo, riportandosi su valori prossimi o leggermente inferiori alla norma, con valori massimi anche sotto i 30°C, ma già da mercoledì sono attese in graduale aumento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Pensioni dicembre: pagamento anticipato, il calendario per ritirarle alla Posta

  • Attaccato dai cinghiali che aveva "adottato": il 65enne non ce l'ha fatta

  • Porta loro da mangiare, viene aggredito dai cinghiali che aveva "adottato": trasportato d'urgenza al Bufalini

  • Dopo la morte del figlio, l'anziana titolare si ritira: la prima fabbrica di cioccolato della Romagna è in vendita

  • Lo storico marchio della piadina cambia di proprietà. La produzione resta a Forlì

Torna su
ForlìToday è in caricamento