Mercoledì, 17 Luglio 2024
Meteo

Si attende il picco del caldo con notti tropicali, poi arriveranno i temporali. "Non si possono escludere fenomeni intensi"

Questa l'analisi di Pierluigi Randi, tecnico meteorologo certificato e meteorologo Ampro (Associazione meteo professionisti)

L'estate meteorologica è agli sgoccioli, ma è in "piena salute". Martedì pomeriggio la stazione meteo dell'Arpae di Forlì ha registrato una massima di 34,5°C, mentre il picco nel Forlivese è stato raggiunto a Rocca San Casciano, con 36,5°C. "Considerando il periodo attuale, nel quale l’estate dovrebbe mostrare inequivocabili segnali di cedimento (terza decade di agosto), al momento attuale la stagione 2023 appare in piena salute, con una severa onda di calore in corso, la quarta di questa estate, che in relazione alla fase stagionale è davvero molto intensa e soprattutto prolungata", commenta Pierluigi Randi, tecnico meteorologo certificato e meteorologo Ampro (Associazione meteo professionisti).

VERSO L'AUTUNNO - Le linee di tendenza, cosa possiamo attenderci

L'ondata di caldo di questa settimana è paragonabile a quella prolungata di luglio?
"In senso assoluto no, poiché allora si toccarono temperature massime fino a 39°C sulle zone interne, e valori minimi superiori a 25°C nei centri urbani. Ma se consideriamo che siamo nella terza decade di agosto, quando le temperature massime dovrebbero collocarsi intorno a 29°C e quelle minime sui 16-19 (con i massimi su costa e centri urbani), le anomalie termiche sono molto simili a quelle di luglio, e potrebbero anche divenire superiori nel prossimi giorni, poiché il picco di calore ancora non è stato raggiunto. Quindi, contestualizzando l’’onda di calore alla fase stagionale, quella attuale non ha nulla da invidiare a quella di luglio, anzi, non è detto che a livello di anomalie termiche non la possa superare".

Quando è atteso il picco?
"Probabilmente tra mercoledì e sabato avremo temperature minime e massime ancora superiori a quelle osservate fino a martedì (35-36°C le massime e 19-23°C le minime). Infatti, non sono da escludere nella seconda parte della settimana, picchi fino a 38°C di temperatura massima e 25°C di temperatura minima, con le prime più probabili nelle zone interne e le seconde nei centri urbani, dove proseguirà la sfilza di notti tropicali. Peraltro, nel fine settimana sono attesi valori ancora molto elevati, e in caso di correnti di fohn appenninico, essi potrebbero essere ancora ampiamente superiori ai 35°C per effetto della compressione adiabatica in caso di venti discendenti dai rilievi. Insomma, almeno fino a tutta domenica farà davvero molto caldo".

Poi cosa dobbiamo attenderci?
"Una saccatura di origine atlantica in quota, collegata a una depressione al suolo, tenderà ad avanzare lentamente attraverso la Francia, e questa potrebbe avere il potenziale per sferrare una “spallata” sufficientemente intensa al promontorio anticiclonico nord-africano, portando a un calo delle temperature fino ad un rientro nella norma del periodo, e al ritorno di rovesci o temporali sparsi e intermittenti. Sarebbe comunque solo una parentesi (tra il 28 e il 31 agosto circa), poiché in seguito stanno ricomparendo scenari caldi (con l’esordio di settembre), anche se logicamente senza più raggiungere i picchi attuali o di luglio, ma comunque con valori medi giornalieri superiori alla norma della prima decade di settembre".

L'ondata di maltempo che metterà fine a questa ondata di caldo potrà essere accompagnata da fenomeni violenti?
"Dopo onde di calore così intense e prolungate il rischio di fenomeni intensi c’è sempre, anche se non è possibile stabilire esattamente dove e quando. Aggiungiamo il fatto che le temperature superficiali del Mediterraneo saranno assai elevate e potranno fornire notevoli quantità di energia, sotto forma di calore, ai sistemi perturbati in arrivo. Se la fase instabile dovesse essere associata a correnti sud-occidentali nei bassi strati il rischio sarebbe basso, in caso contrario fenomeni intensi sarebbero da mettere in preventivo, ma questo aspetto sarà possibile valutarlo solo verso la fine della settimana".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si attende il picco del caldo con notti tropicali, poi arriveranno i temporali. "Non si possono escludere fenomeni intensi"
ForlìToday è in caricamento