menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La nebbia lascerà spazio ad una perturbazione atlantica: attese piogge intense sui rilievi

La perturbazione scivolerà rapidamente verso sud, lasciando spazio ad ampie schiarite già nel corso della giornata di sabato

E' una settimana grigia, ma piuttosto mite, sulla Romagna. Il tutto per effetto di una circolazione meridionale in quota che porta nuvolosità diffusa e nebbie. Nelle prossime ore si assisterà ad un peggioramento delle condizioni atmosferiche per il passaggio di una perturbazione atlantica, con piogge nella giornata di venerdì che interesseranno prevalentemente i rilievi. Il servizio meteorologico dell'Arpae stima per il crinale quantitativi pluviometrici oscillanti tra 30 e 60 millimetri, mentre altrove tra 5 e 10 millimetri. Sarà una giornata ventosa, con ventilazione da moderati a forte sud-occidentali sui rilievi; debole-moderata sud-orientali sulla pianura. Le temperature subiranno un aumento, con le massime oltre i 10°C.

La perturbazione scivolerà rapidamente verso sud, lasciando spazio ad ampie schiarite già nel corso della giornata di sabato. Dal tardo pomeriggio tendenza a nuovo aumento della nuvolosità da ovest, con possibili precipitazioni in tarda serata. Le temperature non subiranno particolari variazioni di rilievi, con valori ancora ben oltre la norma del periodo. I venti soffieranno deboli in prevalenza dai quadranti occidentali sulla pianura; moderati-forti da sud-ovest sui rilievi. 

"Il transito di un'onda depressionaria da ovest verso est determinerà ancora flussi umidi occidentali verso le nostre regioni, associati a nubi e qualche precipitazione residua nella prima parte della giornata di domenica - informa il servizio meteorologico dell'Arpae -. Nei giorni successivi l'estensione di un promontorio anticiclonico sul Mediterraneo occidentale favorirà condizioni maggiormente stabili. Le temperature sono attese inizialmente stazionarie nelle massime, in diminuzione nelle minime, con valori comunque ancora diffusamente superiori rispetto a quelli previsti dalla norma climatologica. Sembra probabile una diminuzione dei valori previsti a ridosso del Natale a causa di flussi più freddi settentrionali". Il tutto comunque in un contesto di condizioni meteo stabili. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Forlì è al centro del Nonprofit: il 23 aprile si terrà l'open day

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento