menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Meteo, "freddo" precoce: temperature in picchiata e atmosfera autunnale

Con il fronte perturbato destinato rapidamente ad abbandonare il Bel Paese, le condizioni meteorologiche sono attese in sensibile miglioramento

Temperature in picchiata e atmosfera autunnale, da fine ottobre. Sono le conseguenze della circolazione ciclonica, alimentata da aria fresca dal Nord Europa, che tra lunedì e la prima mattinata di mercoledì ha attraversato la Romagna. Martedì, complice anche la copertura nuvolosa, la massima a Forlì è stata di 14,1°C, registrata alle 18, mentre a mezzogiorno, mentre era in atto un rovescio di pioggia, di appena 12,8°C (dati Arpae Emilia Romagna). Appena 24 ore prima la massima era stata di 21,7°C.

Con il fronte perturbato destinato rapidamente ad abbandonare il Bel Paese, le condizioni meteorologiche sono attese in sensibile miglioramento. Ampie schiarite sono attese nelle prossime ore, lasciando spazio ad un giovedì completamente soleggiato. Le temperature massime tenderanno a risalire, con valori tra 20 e 22°C, mentre le minime saranno decisamente frizzanti ed al di sotto della media, tra 10 e 13°C. Mercoledì la minima è oscillata tra 9 e 12°C.

"Di freddo, ovviamente in chiave settembrina, effettivamente si tratta", commenta il tecnico meteorologo di Emilia Romagna Meteo, Pierluigi Randi. In atmosfera libera, ad una quota di 1465 metri, la temperatura di rugiada è stata di appena 0,3°C (rivelazioni attraverso il radiosondaggio effettuato nella nottata tra martedì e mercoledì a San Pietro Capofiume, in provincia di Bologna). Randi chiarisce questo dato: "In caso di precipitazioni sarebbero state nevose fino a circa 1500 metri".

Un dato piuttosto importante: "Per trovare un valore più basso basta tornare al 29 settembre 2015 (3°C), oppure al 28 settembre 2008 (2,6°C) o meglio ancora al 29 settembre 2002 (1,6°C). Tuttavia questi ultimi sono valori occorsi nella terza decade del mese, mentre il 20 appartiene ancora alla seconda (ultimo giorno). Quindi dal 1989 quello di mercoledì potrebbe essere il valore più basso rilevato in seconda decade. Nella serie storica dei radiosondaggi c’è qualche “buco”, per cui servirebbe approfondire mediante ricerca dedicata". I prossimi giorni trascorreranno all'insegna della variabilità, con addensamenti più consistenti lunedì che potranno essere associati a locali precipitazioni. Le temperature non subiranno particolari variazioni di rilievo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una ricetta che sa di casa: le zucchine ripiene

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento