Sogni un SUV? Ecco 4 modelli sportivi Made in Italy

Quattro modelli dallo stile ricercato, elegante e aggressivo, equipaggiati con le più recenti tecnologie: ecco il Made in Italy che ci piace

Nel vasto mondo dei SUV un posto speciale ce l'hanno gli Sport Utility Vehicle realizzati nel nostro Paese: auto dalle elevate prestazioni, in grado anche di superare i 300 Km/h, dotate di potenti propulsori con potenze fino a 650 cavalli.

Si tratta di modelli dallo stile ricercato, elegante e aggressivo, equipaggiati con le più recenti tecnologie. Questi SUV sono in grado di offrire forti emozioni, ma comodi anche per i lunghi viaggi. Ecco 4 modelli di SUV sportivi Made in Italy!

Lamborghini Urus

Risultati immagini per urus

Iniziamo la nostra rassegna dalla Lamborghini Urus; un SUV dal design decisamente aggressivo, con linee estremamente moderne. Definito da Lamborghini come il primo Super Sport Utility Vehicle del mondo, l’Urus è un SUV dalle incredibili prestazioni, con una velocità massima di ben 305 Km/h, grazie al suo motore in grado di sprigionare 650 cavalli. Non dimentichiamo gli interni dove il lusso dell'artigianalità italiana incontra tecnologie all’avanguardia; abitacolo con tre display TFT, realizzato con materiali pregiati come pelle, Alcantara, legno, alluminio e carbonio.

Alfa Romeo Stelvio Quadrifoglio

Risultati immagini per Alfa Romeo Stelvio Quadrifoglio

Passiamo ora all’Alfa Romeo Stelvio Quadrifoglio, il primo SUV nella storia del marchio italiano che vanta un bel mix di eleganza e sportività. Un modello dotato anche di raffinate soluzioni tecniche come le sospensioni attive e la trazione integrale Q4, spinto dal motore 2.9 V6 Bi-Turbo da 510 CV, sviluppato da Ferrari. Citiamo anche il cambio automatico a 8 rapporti che in modalità Race consente di cambiare marcia in appena 150 millisecondi utilizzando anche le palette in alluminio montate sullo sterzo.

Maserati Levante

Risultati immagini per Maserati Levante

Nella nostra rassegna non poteva mancare il Maserati Levante; un SUV con linee da coupè che esprime appieno lo spirito ed il carattere del noto marchio italiano. Un modello che vanta ovviamente anche elevatissime prestazioni, in grado di accelerare da 0 a 100 Km/h in soli 4 secondi e di raggiungere la velocità massima di 300 Km/h. Ricordiamo, inoltre, l'allestimento GranSport che si distingue per le linee grintose ed interni sportivi, mentre l’allestimento GranLusso punta su eleganti dettagli cromati e stile raffinato.

Fiat 500 X Sport

Concludiamo la nostra rassegna con la Fiat 500 X Sport, variante dal look sportivo del celebre crossover del marchio italiano. Una versione speciale che può essere richiesta su tutte le motorizzazioni, tra cui spicca il motore Firefly Turbo da 1.3 litri con potenza da 150 Cv e coppia da 270 Nm, capace di passare da 0 a 100 km/h in 9,1 secondi. Motore dotato di cambio automatico a sei rapporti, completo di paddle al volante. Modello che si distingue per nuovi paraurti, cerchi in lega da ben 19 pollici, gomme Dunlop con spalla rinforzata e battistrada con mescola specifica, sterzo più preciso e assetto ribassato con nuovi ammortizzatori.

Accessori auto: i prodotti più venduti sul web

Caricabatteria smartphone per accendisigari 

Aspirapolvere per Auto

Diffusore profumo per Auto

Kit di Primo Soccorso di 90 Pezzi

Multispazio, l'auto giusta per le famiglie e le comitive

Acquistare un SUV sportivo a Forlì e dintorni

Sistemi elettronici di assistenza alla guida: cosa sono e a cosa servono?

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Pensioni dicembre: pagamento anticipato, il calendario per ritirarle alla Posta

  • Attaccato dai cinghiali che aveva "adottato": il 65enne non ce l'ha fatta

  • Porta loro da mangiare, viene aggredito dai cinghiali che aveva "adottato": trasportato d'urgenza al Bufalini

  • Dopo la morte del figlio, l'anziana titolare si ritira: la prima fabbrica di cioccolato della Romagna è in vendita

  • Lo storico marchio della piadina cambia di proprietà. La produzione resta a Forlì

Torna su
ForlìToday è in caricamento