Esami sotto carico fisiologico più precisi con la nuova Risonanza Magnetica Aperta

Vantaggi diagnostici e maggior comfort per i pazienti, in particolare per chi soffre di claustrofobia

Diagnosticare patologie articolari e muscolo-scheletriche suscettibili a cambiamenti quando il paziente è sotto carico posturale o si sta muovendo, non è sempre possibile con strumenti diagnostici come le tradizionali RM, TC o Ecografi.

Primus Forlì Medical Center si è dotata di un nuova tecnologia per questo tipo di diagnostica: la Risonanza Magnetica aperta inclinabile G Scan Brio, con la quale si possono eseguire indagini anche sotto carico fisiologico. L’esame può essere svolto infatti anche in posizione eretta, seduta, o in movimento, fondamentale nei casi in cui la posizione del paziente diventa un elemento integrante ai fini della valutazione. Inoltre, grazie al suo design aperto e la ridotta ampiezza del magnete, la G Scan Brio è una RM aperta, quindi la sensazione di claustrofobia risulta attenuata ed è più silenziosa rispetto alle RM tradizionali.

La Risonanza Magnetica Aperta è indicata anche per bambini e donne in gravidanza, dal momento che usa onde a radiofrequenza e non radiazioni ionizzanti.

Inoltre, si tratta di una RM a basso campo, che ha un’interazione ridotta con i metalli. Per esempio, un paziente che ha nel corpo delle schegge senza saperlo, durante l’esecuzione di una RM tradizionale può avere problemi fisici, che invece non si verificano con G Scan Brio. Sono inoltre in corso studi per verificare che il macchinario si possa utilizzare anche su pazienti portatori di protesi magneto-compatibili. In ogni caso, è sempre consigliabile comunicare al personale sanitario se si è portatori di protesi o dispositivi metallici.

Il personale della struttura è formato per far sentire il paziente a proprio agio ed è possibile comunicare con gli operatori, per tutta la durata dell’esame. Queste accortezze servono a rendere l’esame il più confortevole possibile.

Fra i principali vantaggi nell’uso della RM aperta presente nel poliambulatorio di Forlì vi è la diminuzione dei tempi dell’esame: la RM G Scan Brio riesce infatti a rilevare immagini precise non solo delle ossa e dei muscoli, ma anche dei tessuti molli come cartilagini, nervi, vasi, tessuto connettivo ecc.

Inoltre consente di eseguire una diagnosi comparativa e approfondita della funzione muscolo-scheletrica, grazie alla possibilità di effettuare l’esame sul paziente in diverse modalità: sotto carico, in posizione supina tradizionale o in dinamica, ovvero durante il movimento dell’arto o del segmento scheletrico. Una caratteristica unica di questa strumentazione innovativa.  

L’esame in dinamica risulta particolarmente prezioso per lo studio della colonna vertebrale, specie del tratto cervicale e lombo-sacrale, in tutte le condizioni nelle quali vi è una scarsa evidenza di patologia alla RM tradizionale effettuata da sdraiati, a fronte di intensa sintomatologia dolorosa o limitazione nel movimento da parte del paziente.
Esempi di patologie diffuse, in questo senso, sono l’ernia al disco (che con una RM da sdraiati potrebbe non essere considerata in tutta la sua estensione, per esempio), o le patologie del legamento del ginocchio.
Per questi motivi, il macchinario è particolarmente efficace anche nella diagnostica delle patologie a carico delle altre articolazioni: spalla, gomito, polso, mano, anca, ginocchio, caviglia, piede, rachide cervicale, lombosacrale, articolazione temporo-mandibolare.
Conserva, comunque, anche la funzionalità standard con paziente in posizione distesa, su un lettino che è in grado di sostenere fino a 200kg di peso.
 

In Evidenza

I più letti della settimana

  • La Dea Bendata non abbandona Corso Garibaldi: nuovo colpo al Lotto con un terno

  • La Bidentina si macchia di sangue: schianto contro un albero, perde la vita sotto gli occhi della fidanzata

  • Coronavirus, ci sono i primi due studenti positivi: nessuna chiusura di classi e scuole

  • Coronavirus, altri quattro casi a Predappio. Tra i contagiati anche uno studente

  • Commando armato assalta una villa: minuti di terrore per una famiglia

  • Coronavirus, 5 pazienti in terapia intensiva. Scoppia un nuovo focolaio a Predappio

Torna su
ForlìToday è in caricamento