menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

L'espulsa Pirini ai nuovi grillini: "Battaglie da fare assieme"

Il Movimento 5 Stelle di Forlì cerca di ricostituirsi ex novo, dopo l'epurazione avvenuta alcuni mesi fa di tutto il “gruppo storico” di DestinAzione Forlì. Sul tema interviene Raffaella Pirini, DestinAzione

Forti del grande successo elettorale, il Movimento 5 Stelle di Forlì cerca di ricostituirsi ex novo, dopo l'epurazione avvenuta alcuni mesi fa di tutto il “gruppo storico” di DestinAzione Forlì, che ha comportato l'azzeramento della base locale del M5S. Sul tema interviene Raffaella Pirini, capogruppo della lista civica DestinAzione Forlì, che premette di non cercare “allcun intento polemico ma con la volontà, semmai di fare chiarezza, e ristabilire alcuni elementi di verità”.

Tavolo delle diossine. Intanto prosegue l'attività istituzionale del gruppo ex grillino, presente in Consiglio Comunale: giovedi 14 marzo alle 15:30 nella sala del consiglio comunale di Forlì Pirini sarà presente ai lavori della commissione conoscitiva sui risultati dei lavori del Tavolo delle diossine in rapporto alla presenza degli inceneritori ed alle altre fonti di inquinamento. Commenta Pirini. “Fino a ieri , come forza politica, abbiamo condotto pressoché da soli questa battaglia. Chi ci affiancherà domani? Invitiamo i cittadini ad essere presenti al nostro fianco perché è importante non solo partecipare per dare forza a Forlì ad un’alternativa possibile ecologista e in difesa della salute umana, ma anche per condividere e divulgare le informazioni che in questa sede emergeranno sugli effetti dannosi delle diossine che – mentre i politici della "casta" cercano spazio e visibilità sui media - nel frattempo sono sprigionate nel nostro territorio senza soluzione di continuità , a danno della salute nostra e dei nostri bambini”.

La “rinascita” del M5S a Forlì. Prosegue Pirini: “Si parla di ostituenda nascita di un nuovo gruppo del Movimento 5 stelle anche a Forlì, del ritorno sulla scena dei Verdi, che attribuiscono allo loro sola esistenza il minor bottino che i ‘grillini’ hanno incassato a Forlì rispetto a Cesena alle ultime politiche (uno scarto negativo del 4%) e altre estemporanee uscite di forze politiche di maggioranza e opposizione. Anche noi , a questo punto, oltretutto piu’ volte tirati in ballo a sproposito, vorremmo contribuire al dibattito con poche ma importanti precisazioni”, dice Pirini.

“Ai Verdi vorremmo ricordare che quello scarto del 4% fra i voti ottenuti dal M5S a Cesena rispetto a Forlì equivale più o meno al nostro risultato alle ultime amministrative, segno che gli elettori – anche nella tornata parlamentare del 24 e 25 marzo - non ci hanno voltato le spalle e si ricordano delle mille battaglie che in questi quattro anni abbiamo condotto a favore della salute pubblica e dell’ambiente e in difesa dei diritti delle persone e degli animali (nel sito www.destinazioneforli.com tutte le informazioni sulla nostra attività)”.

E ancora: “Come DestinAzione Forlì, la lista civica che ha lavorato per anni omologata 5 stelle, per poi vedersi privata del logo improvvisamente e ingiustamente da Beppe Grillo, continuiamo a ritenere che si sia trattato di una decisione arbitraria, lontana dai principi del Non Statuto che dovrebbe disciplinare le regole del Movimento... Detto questo, rassicuriamo i tanti che si affiancano a noi quotidianamente e in noi ripongono fiducia che, come abbiamo fatto nei mesi scorsi e sino ad oggi, continueremo a lavorare a Forlì, e per la rinascita della nostra città, in linea con i principi che fanno già parte da molti anni del nostro Dna e che – oggi – altri si dicono pronti a osservarli nelle fila del Movimento 5 stelle”: rimarca Raffaella Pirini.

“Sapere, come abbiamo appreso dai giornali in questi giorni, che altri forlivesi si appresterebbero a dedicare parte del loro tempo, delle loro energie, delle loro capacità intellettuali fra i seguaci di Grillo ci fa pensare - aggiunge Pirini - , e vorremmo fosse così, che da domani saremo in tanti a lottare per assegnare alla città di Forlì un destino diverso da quello che finora l’ha fatta precipitare agli ultimi posti in molte classifiche economiche , ambientali , ed anche sociali del nostro Paese".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una ricetta che sa di casa: le zucchine ripiene

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento