rotate-mobile
Venerdì, 12 Agosto 2022
Politica

Abolizione delle Province, Pasini (Udc): "L'Unione dei Comuni ne assuma le funzioni"

La proporsta viene dal consigliere comunale e segretario provinciale dell'Udc, Andrea Pasini: "L’Unione dei Comuni non potrebbe essere vista e considerata come ambito ottimale per le funzioni che la Provincia dismette"

“La crisi della politica si riflette in modo drammatico sulle istituzioni, con il Parlamento incapace di affrontare quelle riforme che il Paese attende invano da molto tempo, vale a dire abolizione delle Province, dimezzamento del numero dei parlamentari, dei consiglieri regionali e  progressiva riduzione della spesa pubblica parassitaria. Il Parlamento italiano costa all’anno circa 1.500 miliardi, quanto i parlamenti di Inghilterra, Francia  Germania  e Spagna messi assieme. Un alto dirigente dello Stato costa oltre 600mila dollari,  tre volte il costo medio vigente in Usa e nel resto dell’Europa, la Corte Costituzionale il doppio di quella americana, composta da nove componenti anziché quindici. Inoltre riduzione del costo del lavoro a favore delle famiglie e delle imprese per il rilancio dei settori produttivi, interventi per la ricerca, la scuola  e sostegno alle  nuove“ povertà””.

La critica viene dal consigliere comunale e segretario provinciale dell'Udc, Andrea Pasini, che continua “i partiti , presi come sono a risolvere i loro problemi esistenziali, hanno dimenticato il paese reale. I media, in questo, danno il loro fattivo contributo parlando ogni giorno principalmente di Berlusconi o della corsa alla segreteria di Renzi. A tutti i livelli, ogni santo giorno, le parole si sostituiscono ai fatti. Vorrei – insiste Pasini –  che almeno a livello locale, con attenzione all’ascolto, abbandonando pregiudizi e contrapposizioni, si cercasse di affrontare in concreto i tanti problemi che assillano la nostra comunità. Con questo mio intervento intendo richiamare l’attenzione dei partiti e delle istituzioni su alcune problematiche che ci interessano da vicino. Il turismo frena, l’industria  sembra avvitarsi in una crisi irreversibile, il sistema Romagna fa fatica a decollare. A livello istituzionale si avverte sempre più la necessità improcrastinabile , come l’avvilente vicenda Imu dimostra, di giungere alla  riforma della finanza locale con il riconoscimento di una vera e propria autonomia impositiva ai Comuni. Riforma che si attende da oltre trent’anni”.

“Il federalismo demaniale con il passaggio gratuito ai Comuni dei beni dello Stato, ubicati nei rispettivi territori , stenta a concretizzarsi. E’ doveroso riconoscere che il sindaco Balzani, con lungimiranza,  ha introdotto da tempo il dibattito sulla Provincia unica di Romagna , mentre ora si è impegnato in prima persona sulla Unione dei Comuni del Comprensorio forlivese. Sono questi temi, infatti, che vanno discussi, affrontati e su cui bisogna lavorare con pragmatismo ed umiltà anche alla luce della programmata abolizione delle Province. - continua Pasini - A questo punto mi chiedo. L’Unione dei Comuni non potrebbe essere vista e considerata come ambito ottimale per le funzioni che la Provincia dismette e per una gestione unitaria dei beni demaniali che andranno ai Comuni? Per fare questo mi permetto di suggerire al sindaco Balzani di istituire un tavolo di lavoro, di  individuare i tempi e i modi per  avviare un approfondito confronto in merito”.

“Contestualmente ai temi istituzionali –  conclude Pasini –  vanno urgentemente poste in essere, sempre a livello comprensoriale, tutte le iniziative più idonee per far fronte all’emergenza lavoro, per delineare un nuovo modello di sviluppo che dovrebbe interessare tutta la Romagna. Il liberismo selvaggio e lo statalismo socialista hanno fallito e solo riscoprendo il valore sociale della produzione è possibile integrare la fabbrica con il territorio, per assicurare uno sviluppo sostenibile alle nuove generazioni.  La nostra missione per la prossima legislatura  potrebbe essere quella di partire da Forlì e dal suo Comprensorio per costruire sul lavoro e lo sviluppo e sul riassetto istituzionale la Romagna del futuro”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Abolizione delle Province, Pasini (Udc): "L'Unione dei Comuni ne assuma le funzioni"

ForlìToday è in caricamento