rotate-mobile
Verso le elezioni

Acri (La Civica): "Salvini venga a toccare con mano la situazione della Motorizzazione Civile"

E' quanto chiede   Raffaele Acri, vice Coordinatore Quartiere Resistenza e candidato di "La Civica", in vista della prossima visita a Forlì annunciata del Ministro dei Trasporti Matteo Salvini

Il ministro Salvini venga a toccare con mano la situazione della Motorizzazione Civile di Forlì, dipendente dal suo ministero, ente spesso al centro di segnalazioni di disservizi ai cittadini. E' quanto chiede Raffaele Acri, vice Coordinatore Quartiere Resistenza e candidato di "La Civica", in vista della prossima visita a Forlì annunciata del Ministro dei Trasporti Matteo Salvini, domenica pomeriggio in città per un evento elettorale della Lega. Dice Acri: "Con Salvini si completa il quadro della presenza nella nostra città dei massimi vertici del ministero deputato alla gestione delle infrastrutture e dei trasporti, posto che il vice ministro Bignami sia praticamente di casa ed il sottosegretario Tullio Ferrante è stato ospite il primo marzo scorso".

Speciale elezioni: tutte le informazioni per votare

Continua Acri: "La speranza è che lo staff del Ministro possa suggerire al responsabile del dicastero una visita presso la Motorizzazione di Via Golfarelli per una valutazione dello status quo dell’ infrastruttura che continua a non essere degna di rappresentare un Ente dello Stato sul territorio, senza contare la mancanza di rassicurazioni in merito al futuro della stessa permanenza degli uffici deputati a sostenere cittadini ed imprese del settore, anche a seguito delle varie ipotesi formulate durante la campagna elettorale per le ultime politiche in merito al termine del contratto di affitto dell’edificio e di una possibile conseguente ridislocazione".

Leggi le notizie di ForlìToday su WhatsApp

Ed ancora: "Da rappresentante di quartiere continuo a raccogliere le lamentele dei cittadini e delle imprese di servizi del territorio che non riescono ad offrire ai clienti l’efficienza ed efficacia in merito a dei tempi contenuti del disbrigo delle pratiche connesse, riportando come di recente sui media le loro vicissitudini con le lungaggini burocratiche. E’ verosimile anche una percepita situazione di disagio dei proprio dei dipendenti dell’Ente a fronte di un destino indefinito, rispetto al quale non è stata di recente espressa una linea programmatica composta e quindi confidiamo nella presenza del Ministro Salvini per la mostra di un quadro chiaro del futuro dello stesso, dettato da tempi certi di una eventuale trasferimento ovvero da investimenti per la struttura laddove come si auspica permanga".


                                                                 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Acri (La Civica): "Salvini venga a toccare con mano la situazione della Motorizzazione Civile"

ForlìToday è in caricamento