rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Politica

Aeroporto, Pompignoli interroga la Regione: "Il sindaco Drei ha parlato di incontro decisivo"

Drei avrebbe infatti parlato di un “incontro decisivo per la crescita del territorio e della Romagna, che richiede la collaborazione di tutti, nessuno escluso".

Le dichiarazioni rilasciate dal sindaco Davide Drei sull’incontro avvenuto nella sede aeroportuale forlivese, promosso dall’assessore regionale ai Trasporti Raffaele Donini, sono al centro di un’interrogazione presentata dal consigliere regionale leghista Massimiliano Pompignoli. Drei ha riferito di un “incontro decisivo per la crescita del territorio e della Romagna, che richiede la collaborazione di tutti, nessuno escluso".

"Se effettivamente si fosse trattato di un incontro “decisivo” - spiega Pompignoli - allora Donini avrebbe dovuto invitare, oltre ai consiglieri regionali, anche i parlamentari locali e i componenti del Governo competenti per le varie materie. Ricordiamo che l’appoggio dell’attuale esecutivo nazionale, e in particolare della Lega, è stato decisivo per il successo del progetto di rilancio dello scalo da parte di un pool di imprenditori locali. E, d’altra parte, Donini deve spiegare pubblicamente di che ‘grandi novità’ si parli, quando non mi sembra ne siano emerse rispetto a quanto già dichiarato dall’assessore mesi fa".

"Allora non ci resta che pensare - prosegue il consigliere – che l’assessore abbia promosso l’incontro per evitare ‘brutte figure” alla Regione, che si è mostrata riluttante fino a poco tempo fa rispetto alla riapertura dello scalo, e a Drei, dopo il noto e clamoroso fallimento del manager statunitense Halcombe e del progetto di Air Romagna che il primo cittadino di Forlì aveva fortemente sostenuto. "Brutte figure" culminate anche nelle dichiarazioni stampa e nell’interrogazione irrituale presentata da cinque consiglieri regionali Pd sulla visita che due sottosegretari di Stato hanno fatto di recente all’aeroporto di Forlì relativa a competenze specifiche riguardanti la sicurezza dello scalo".

"A riflettere bene, sembra proprio che l’incontro promosso da Donini sia servito più al Pd per ‘marcare il territorio’ che a stabilire qualche novità - conclude Pompignoli -. Ma per scoprire l’arcano aspettiamo la risposta dell’assessore". Sulla questione interviene anche il capogruppo in Consiglio comunale, Daniele Mezzacapo: "Se fosse vero che si è trattato di un "incontro decisivo….che richiede la collaborazione di tutti, nessuno escluso", come afferma Drei, allora avrebbe dovuto suggerire di allargarlo non solo ai parlamentari locali e al governo, ma soprattutto ai capigruppo in Consiglio comunale. Su questo tema così importante per la città io stesso, come capogruppo della Lega, ho dato un contributo fattivo e continuerò a darlo, nonostante la disattenzione del sindaco”.

"Vorrei poi capire cosa ci sia stato di tanto ‘decisivo’ in quell’incontro, durante il quale, mi si dice, non sia stato detto nulla di nuovo - continua l'esponente del Carroccio -. Ma aspettiamo dalla viva voce di Drei, che risponderà all’interrogazione che presenterò in questi giorni, di conoscere la ratio della riunione, che sembra essere stata organizzata più come una sorta di rivalsa rispetto alla visita che due parlamentari e sottosegretari di Stato hanno fatto di recente alla sede aeroportuale per questioni riguardanti la sicurezza dello scalo, che non per un’effettiva necessità di esplicitare nuovi dati".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aeroporto, Pompignoli interroga la Regione: "Il sindaco Drei ha parlato di incontro decisivo"

ForlìToday è in caricamento