menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pista cinese per l'aeroporto di Forlì, Balzani aspetta una proposta

L'aeroporto "Ridolfi" di Forlì parlerà cinese? Il sindaco Roberto Balzani ha annunciato nel corso del consiglio comunale che si è svolto martedì che nei prossimi giorni incontrerà un gruppo di imprenditori cinesi

L'aeroporto "Ridolfi" di Forlì parlerà cinese? Il sindaco Roberto Balzani ha annunciato nel corso del consiglio comunale che si è svolto martedì che nei prossimi giorni incontrerà un gruppo di imprenditori cinesi, i quali nel frattempo hanno avuto già un colloquio con Enac. Il primo cittadino ha chiarito inoltre che all'Ente nazionale aviazione civile i possibili investitori orientali non hanno presentato un piano. E ha ribadito che avrà un confronto con Enac dopo l'incontro in Comune con gli imprenditori cinesi.

Balzani, rispondendo ad un'interrogazione del consigliere comunale del Pdl, Fabrizio Ragni, ha spiegato che i costi in caso di fallimento di Seaf si aggirerebbero intorno al 37% della quota capitale del muto che la società ha nei confronti degli istituti di credito (circa 2.830.000 milioni di euro poichè a dicembre il debito residuo ammontava a 7.650.000 milioni). La restante parte è garantita dalla società gestore dell'aeroporto di Bologna, la Sab (circa 4 milioni).

LA LEGA - Per il segretario provinciale del Carroccio, Jacopo Morrone occorre "incentivare i contatti con gli imprenditori che nutrono interesse e competenze progettuali per investire e rilanciare lo scalo aeroportuale forlivese. Non c'è tempo da perdere e soprattutto non possiamo permetterci di tentennare o dimostrare calcaree reticenze di fronte a possibili futuri investitori".,

"Siamo in un situazione paradossale- commenta la capogruppo leghista Paola Casara -. Dalla Regione Emilia-Romagna arriva un'iniezione di finanziamenti (93 mila euro per il triennio 2013-2015) a supporto e promozione della rete didattico - professionale dell'intero polo tecnologico aereonautico forlivese, e Balzani invece di incentivare un canale territoriale di collocamento per i futuri manutentori aeronautici e controllori di volo, si concede il lusso di disertare l'appuntamento con la delegazione cinese".

"Insomma - rimarcano Morrone e la Casara-  formiamo scolasticamente meccanici e controllori di volo e poi il primo cittadino, Roberto Balzani, non si prende nemmeno la briga di accogliere in prima persona la compagine orientale...Formazione e collocamento occupazionale dovrebbero andare di pari passo. Dalla Regione arrivano contributi per la crescita professionale d'eccellenza di manutentori di velivoli e assistenti di volo mentre il Ridolfi chiude i battenti e l'amministrazione si "fa desiderare" da imprenditori stranieri approdati per visionare lo scalo. E' necessario uno sforzo congiunto di tutte le Istituzioni verso interessamenti imprenditoriali stranieri e privati alla struttura aeroportuale forlivese- la rete politecnica di formazione professionale aereonautica deve trovare uno sbocco occupazionale locale. E il Ridolfi è a portata di mano..."

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Forlì è al centro del Nonprofit: il 23 aprile si terrà l'open day

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento