Aeroporto, Morrone (Lega): "Bologna calpesta Forlì"

“La Romagna per l’ennesima volta calpestata dallo strapotere di Bologna, Vasco Errani abbandona il PD romagnolo e lascia sul lastrico Balzani e Gnassi” – interviene senza mezzi termini il Segretario Prov.le del Carroccio

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ForlìToday

“La Romagna per l’ennesima volta calpestata dallo strapotere di Bologna, Vasco Errani abbandona il PD romagnolo e lascia sul lastrico Balzani e Gnassi” – interviene senza mezzi termini il Segretario Prov.le del Carroccio, Jacopo Morrone, all’indomani del NO definitivo ad una società unica di gestione degli scali aeroportuali romagnoli. “Purtroppo è la fine attesa di un brutto film che già conoscevamo” - rimarca Morrone - “il PD forlivese non conta nulla, mi dispiace per Di Maio ma ahimè manca una classe dirigente con la forza e la tenacia di sbattere i pugni sul tavolo delle trattative a Bologna e spingere per il rilancio e la valorizzazione del tessuto socio-economico del nostro territorio. Questa è una presa in giro che oltrepassa qualsiasi limite; è uno sgarbo che i Romagnoli non meritano!!!”

“Come opposizione chiediamo un gesto di responsabilità da parte di Balzani nonostante il torto subìto in prima persona. Non è giusto, infatti, che a causa di giochi di potere a rimetterci siano sempre i cittadini e il territorio.” Infine, conclude Morrone: “La  Lega Nord è vicino alle centinaia di dipendenti del Ridolfi e alle loro famiglie che per diversi mesi sono state illuse e prese in giro dal Sindaco Balzani quando le decisioni dirigenziali e di politica erano già state prese nel capoluogo bolognese.”
 

Torna su
ForlìToday è in caricamento