menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Aeroporto, "per i lavoratori la cassa integrazione arriverà a gennaio"

Chiede di fare il punto della situazione per i lavoratori della Seaf, il capogruppo del PdL Stefano Gagliardi. In un’interrogazione, infatti, si chiede “a che punto è l’iter della procedura necessaria a conseguire la cassa integrazione"

Chiede di fare il punto della situazione per i lavoratori della Seaf, il capogruppo del PdL Stefano Gagliardi. In un’interrogazione, infatti, si chiede “a che punto è l’iter della procedura necessaria a conseguire la cassa integrazione, se è vero che ad oggi i dipendenti non hanno incassato un euro della cassa integrazione straordinaria datata 13 dicembre 2012, né da quella successiva, ad ore zero, se è vero che la domanda è stata presentata in ritardo di oltre due mesi e mezzo dallo studio incaricato dal liquidatore dell'azienda; se è vero  che 4 risorse hanno trovato un impiego all'aeroporto di Bologna solo grazie alla loro iniziativa personale oltre che per capacità ed esperienza; se è vero che i curriculum, raccolti a fine maggio, sono stati semplicemente riassunti in un elenco excel di nomi e mansioni, per qualcuno persino sbagliate”.

Risponde l’assessore al Lavoro Denis Merloni: “Il 27 novembre il ministero ha autorizzato anche la seconda fase della cassa integrazione relativa a Seaf. La prima tranche prevedeva l’anticipazione da parte di Seaf del trattamento di cassa integrazione, ma è avvenuto solo per breve periodo. Col fallimento la disponibilità è venuta meno, si è dovuto rifare la procedura e questo ha allungato i tempi. Questo ha determinato un danno oggettivo dei lavoratori. Ad oggi l’Inps ha saldato la cassa integrazione pre-fallimento, ma ha anche ricevuto il decreto per liquidare quella successiva al fallimento, con possibile saldo a metà gennaio. Sulla ricollocazione ci muoviamo tra soggetti autonomi che valutano le proprie esigenze di personale e lavoratori che hanno professionalità specifiche. L’elenco sintetico a cui si fa riferimento, infine, è uno strumento sufficiente per qualunque selettore di personale per farsi un’idea delle qualifiche disponibile; se poi serve un approfondimento abbiamo a disposizione i curriculum più approfonditi”.

Il consigliere Gagliardi ha replicato: “Noi non smettiamo di combattere. Mi sembra impossibile che una grande società come Sab non sia in grado di assumere una ventina di lavoratori con queste qualifiche, perlomeno a tempo determinato”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

"Forlì Airport spicca il volo": il Rotary Club incontra lo staff del Ridolfi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento