menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Alessandrini (Pd): "A "Research to Business" ricercatori al lavoro per la sicurezza degli edifici"

A pochi giorni dalle forti scosse di terremoto che hanno colpito l'Emilia-Romagna si sta svolgendo a Bologna il salone della ricerca industriale e del trasferimento tecnologico "Research to Business"

A pochi giorni dalle forti scosse di terremoto che hanno colpito l’Emilia-Romagna si sta svolgendo a Bologna il salone della ricerca industriale e del trasferimento tecnologico "Research to Business", che propone il meglio della ricerca al servizio dell'impresa. Nel corso della Fiera sono stati presentati varie soluzioni innovative per la messa in sicurezza degli edifici.

"La Rete regionale dell’alta tecnologia - sottolinea il consigliere regionale PD Tiziano Alessandrini - ha presentato SHM (structural health monitoring), un sistema sviluppato dal Ciri (Centro interdipartimentale di ricerca industriale su edilizia e costruzioni) dell’Università di Bologna. Il sistema può essere applicato agli edifici ed è in grado di rilevare immediatamente gli eventuali danni subiti in seguito a forti scosse. Il sistema permette inoltre di ottenere dati in tempo reale sulla stabilità della struttura, prima e dopo il terremoto".

Le novità e i prototipi presentati in fiera da laboratori e spin off Made in Emilia-Romagna spaziano in tutti i settori. Dall’energia-ambiente alle scienze della vita, dai nuovi materiali all’alimentare, fino all’ict, con applicazioni ancora una volta interessanti per il dopo-sisma.

"Alla Fiera è presente Teknehub, uno dei quattro laboratori del tecnopolo di Ferrara che annovera tra i propri principali ambiti di lavoro gli interventi nei settori legati alle metodologie e tecnologie avanzate per il restauro, la conservazione e diagnostica dell’architettura e dell’opera d’arte, la conservazione e gestione del patrimonio culturale e ambientale, fino alle metodologie di indagine non distruttive di intervento sui beni culturali. La start up Beesper – spin-off di Henesis srl, invece, ha proposto i vantaggi delle reti di sensori wireless, che possono avere molteplici applicazioni possibili."

"Nel corso della Fiera è stato inoltre presentato un prototipo realizzato in collaborazione con Uretek, leader nel settore del consolidamento dei terreni, in grado di effettuare in modo rigoroso ed economicamente molto vantaggioso monitoraggi su larghissima scala, ad esempio su interi centri storici per individuare eventuali fessure pericolose negli edifici, e di correlare quindi in tempo reale il comportamento della struttura a sollecitazioni e vibrazioni. Queste innovazioni nate nella nostra Regione - conclude Alessandrini - potranno contribuire a dare una risposta alle esigenze di sicurezza sempre più sentite da tutti i cittadini del nostro e di altri territori".
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento