menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Alessandrini (Pd): "Le imprese possono assumere apprendisti in alta formazione"

Prende il via l’apprendistato in alta formazione per il conseguimento del titolo di dottorato: si tratta di una prima sperimentazione lanciata dalla Regione Emilia-Romagna

Prende il via l’apprendistato in alta formazione per il conseguimento del titolo di dottorato: si tratta di una prima sperimentazione lanciata dalla Regione Emilia-Romagna grazie alla quale le imprese potranno assumere con contratto di apprendistato giovani laureati, di età inferiore ai trent’anni e in possesso dell’idoneità ad un corso di dottorato oppure che stanno già svolgendo in università il dottorato di ricerca. Gli atenei hanno individuato i dottorati di ricerca e il numero di posti riservati per l’apprendistato. Una volta superate le selezioni di ammissione i laureati possono poi essere assunti dalle imprese con contratto di apprendistato che avrà una durata che va dai 24 ai 48 mesi.

"Il percorso formativo durante il periodo di apprendistato - sottolinea il consigliere regionale Pd Tiziano Alessandrini - viene definito insieme dalle università e dalle imprese, e includerà un minimo di 120 ore annue di attività didattica e di formazione finalizzata all’acquisizione di competenze negli ambiti dell’innovazione tecnologica ed organizzativa dell’economia delle imprese regionali. Per assicurare l'alternanza formazione-lavoro che caratterizza il contratto di apprendistato per il conseguimento del titolo di dottore di ricerca, le attività formative saranno erogate lungo l’intero arco di durata del contratto. Le imprese dovranno inoltre garantire la necessaria formazione interna, che integra quella delle università, anche prevedendo attività di tutoraggio formativo. Un apposito coordinamento tecnico regionale dovrà inoltre verificare l’andamento della sperimentazione, che ha durata biennale."


Per il consigliere regionale PD Tiziano Alessandrini "l'obiettivo della sperimentazione è collegare in maniera diretta il mondo della ricerca e quello delle imprese e del lavoro. Giovani altamente qualificati potranno essere impiegati e mettere a disposizione di piccole e medie imprese le proprie conoscenze. In questa maniera la Regione sostiene la ricerca e, allo stesso tempo, favorisce la competitività del sistema produttivo."

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento