rotate-mobile
Mercoledì, 30 Novembre 2022
Verso le elezioni

Caro bollette, Buonguerrieri (Fratelli d'Italia): "Non c'è più tempo da perdere. Servono risposte immediate dal governo"

Alice Buonguerrieri, candidata romagnola alla Camera dei Deputati per Fratelli d'Italia, esorta l'esecutivo a darsi da fare e chiama in causa anche gli enti locali

“Servono risposte immediate e concrete per le imprese che stanno affrontando un nuovo mostro: il caro energia. Il fenomeno, denunciato da ormai un anno da FdI, ma sottovalutato dai cosiddetti 'migliori' al governo, ha assunto proporzioni spaventose e serve intervenire immediatamente”. Alice Buonguerrieri, candidata romagnola alla Camera dei Deputati per Fratelli d'Italia, esorta l'esecutivo a darsi da fare e chiama in causa anche gli enti locali. “Dalla Regione ai Comuni bisogna pensare a interventi straordinari, ma è ovviamente il governo che non può più perdere tempo”, esclama.

Le imprese, intanto, stanno ricevendo nelle ultime settimane bollette dagli importi esorbitanti. “Bene ha fatto Fipe Confcommercio ad avviare l'iniziativa Bollette in Vetrina, che anche in Romagna ha trovato ampio riscontro – continua la candidata alla Camera – E' un'operazione di trasparenza che consente anche ai consumatori di rendersi conto di che salasso stia arrivando, in questo caso, a bar e ristoranti. Spesso parliamo di piccole attività familiari che dai costi energetici, anche quattro volte gli importi dello scorso anno, stanno rimanendo schiacciate. Fratelli d'Italia sollecita il Governo ad intervenire tempestivamente con misure economiche a sostegno delle imprese e le Autorità per l'energia e per la concorrenza a bloccare le speculazioni in atto. Perché di questo si parla, il fenomeno andava bloccato sul nascere. Inoltre sul caro bollette è evidente come sia mancata una strategia nazionale. Si sarebbe dovuto sganciare il prezzo dell’energia da quello del gas come FdI aveva invocato già un anno fa. È tardi, ma si può ancora fare, subito. Inoltre sul caro bollette è evidente come sia mancata una strategia nazionale: intanto il governo in carica potrebbe confrontare le bollette con quelle del 2021 e tagliare tutti gli oneri dello Stato sulla parte eccedente, oltre a riconoscere un credito di imposta per le aziende e azzerare del tutto l’Iva”.

Il rincaro delle bollette rappresenta un’altra batosta per le famiglie e le imprese italiane. “Nell'immediato bisogna stanziare contributi economici straordinari che devono uscire dai vincoli di finanza pubblica dettati dall’Ue, poi la stessa Unione Europea deve urgentemente fissare un tetto massimo al prezzo del gas prima diventi irreversibile questa drammatica emergenza sociale dovuta al caro bollette – conclude Alice Buonguerrieri – Poi è fondamentale riavviare a pieno ritmo le estrazioni di gas nel Mar Adriatico e disegnare un Piano energetico nazionale diversificato e non dettato dai continui no ideologici della sinistra che hanno condizionato sin troppo il Paese”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caro bollette, Buonguerrieri (Fratelli d'Italia): "Non c'è più tempo da perdere. Servono risposte immediate dal governo"

ForlìToday è in caricamento