Lunedì, 15 Luglio 2024
Sanità

Alla Cava tre medici di base in pensione, ne è rimasto solo uno: il caso finisce in Regione

Questa la richiesta del consigliere regionale Pd Lia Montalti presentata in Regione, attraverso un’interrogazione a risposta scritta

"Se la Regione Emilia-Romagna, di concerto con l’Ausl Romagna, intenda attivarsi per giungere in tempi rapidi all’individuazione di un nuovo medico di base che garantisca l'assistenza sanitaria agli abitanti della zona, andando così incontro alle richieste della comunità del Quartiere Cava Villanova". Questa la richiesta del consigliere regionale Pd Lia Montalti presentata in Regione, attraverso un’interrogazione a risposta scritta. 

"Il Quartiere Cava Villanova sta vivendo ormai da diversi mesi un momento particolarmente difficile per l'assistenza medica di base, in quanto i tre medici di base che operavano nella zona hanno terminato il loro servizio e sono andati in pensione. Così, ad oggi, - evidenzia Montalti - è rimasto operativo nella zona un solo medico di base”.

"Il quartiere - prosegue l'esponente dem - ha una popolazione di circa 7000 abitanti, molti dei quali sono anziani, cioè fanno parte di quella fascia di popolazione più fragile e che quindi ha le maggiori difficoltà, persino per le prescrizioni di farmaci, in quanto non ha nemmeno gli strumenti e le competenze tecnologiche per utilizzare il Fascicolo Sanitario Elettronico. Per questi motivi, raccogliendo anche i solleciti di numerosi cittadini del quartiere, ho presentato un’interrogazione rivolta alla Giunta regionale per capire se, di concerto con l’Ausl Romagna, intende attivarsi in tempi rapidi per individuare un nuovo medico di base e risolvere così un problema importante per tutta la comunità locale”.

"La carenza di Medici di Medicina Generale - prosegue Montalti - e la difficoltà nella copertura di nuovi medici in caso di pensionamento dei precedenti rappresentano un problema ormai cronico in tutto il Paese. Per questo, oltre al caso specifico, serve un impegno concreto sul piano nazionale. In questo senso, un primo segnale di controtendenza arriva dal Pnrr, il quale ha stanziato risorse per aggiungere 900 borse in più per formarsi in medicina generale per i prossimi tre anni. Un investimento di fondamentale valore e importanza per il futuro delle nostre comunità".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alla Cava tre medici di base in pensione, ne è rimasto solo uno: il caso finisce in Regione
ForlìToday è in caricamento