menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Allegromosso", la Lega: "Poco pubblico e sprechi"

Il consigliere domanda infine se si prevedano ulteriori edizioni della manifestazione Allegromosso o similari, anche per il prossimo anno

L'undicesima edizione dello European youth music festival, la manifestazione delle scuole di musica europee, denominata "Allegromosso", che si è tenuta dal 17 al 19 maggio scorso nelle province di Rimini, Forlì-Cesena, Ravenna e Ferrara è oggetto di un’interrogazione presentata in Regione da Mauro Manfredini, capogruppo della Lega nord.

“Scarsa pubblicità all’evento, teatri semivuoti; mancato coinvolgimento delle scuole; spreco di cibo per catering non consumati e migliaia di gadget inutilizzati; danno di immagine con artisti e musicisti delusi, amareggiati e sgomenti per la mancanza di pubblico”. Queste, nelle parole del consigliere, le “gravi problematiche” emerse dalla manifestazione nella quale – ricorda - si sono esibiti 6000 giovani musicisti, tra i 12 e i 25 anni, in 400 concerti organizzati in 25 diverse località, per musicisti esordienti, talenti in erba provenienti da Germania, Spagna, Finlandia, Ungheria, Estonia, isole Far Oer, Portogallo e altre nazioni.

Considerato che durante la manifestazione si sono esibiti anche diversi artisti prestigiosi, “con spese organizzative sostenute dal bilancio regionale per una cifra complessiva di 173.340,86 euro”, Manfredini chiede riscontro alla Giunta regionale di quanto segnalato e vuole sapere se corrisponda al vero che “ad alcuni istituti e scuole musicali, come ad esempio quelli di Faenza, siano stati richiesti strumenti e materiali musicali per svolgere l’evento senza alcun riconoscimento economico, rimborso spese né ringraziamento” e, inoltre,  “se alcune persone siano state cooptate dalla strada o precettate telefonicamente per consumare i buffet allestiti e superflui per mancanza di pubblico e partecipazione”


“A carico di chi si ravvisano le responsabilità per l’inadeguatezza organizzativa, che avrebbe provocato un forte imbarazzo tra le persone interessate e che hanno collaborato all’evento?”, chiede quindi Manfredini, che vuole inoltre sapere dalla Giunta quali provvedimenti voglia intraprendere per rimediare al grave danno di immagine arrecato alla Regione Emilia-Romagna e a partner e sponsor dell’evento dalla cattiva organizzazione e dai pessimi risultati che avrebbero caratterizzato la manifestazione Allegromosso. Il consigliere domanda infine se si prevedano ulteriori edizioni della manifestazione Allegromosso o similari, anche per il prossimo anno.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento