Alluvioni nel Nord Ovest, "Vicini alle vittime del disastro. Maggiori risorse alle aree montane"

Così Simona Vietina, sindaco di Tredozio e parlamentare di Forza Italia

"Sono profondamente colpita dai drammatici avvenimenti che si sono abbattuti su Liguria e Piemonte: il mio primo pensiero va alle famiglie delle vittime e a chi, in questo disastro ha perso quanto faticosamente costruito nel corso di tutta la vita". Così Simona Vietina, sindaco di Tredozio e parlamentare di Forza Italia. "Non posso però non pensare come certi avvenimenti vedano una corresponsabilità delle Istituzioni che, sempre più spesso, dimenticano i territori più periferici, in particolare quelli montani, oggetto di un progressivo spopolamento che incide inevitabilmente anche sul rischio di dissesto idrogeologico", aggiunge l'esponente berlusconiana.

"Se sul fronte climatico non possiamo intervenire direttamente, se non con politiche nazionali e comunitarie maggiormente attente all’ambiente, molto si potrebbe e si dovrebbe fare per tutelare quei che oggi sono flagellati da frane, crollo di alberi e tracimazione dei corsi d’acqua - continua Vietina -. Da tempo in Parlamento giace in attesa di discussione una mia proposta di legge (pdl 866 del 4 luglio 2018) per combattere lo spopolamento dei Comuni montani e per agevolare non solo il ritorno degli abitanti ma anche il fiorire di attività economiche e produttive. Un territorio vivo e popolato sarebbe il primo baluardo di difesa e di tutela dell’ambiente montano e, con la disponibilità di giusti fondi, si potrebbe garantire quella manutenzione a strade, corsi d’acqua e terreni  che ridurrebbe di gran lunga il rischio di drammatici eventi come quelli appena accaduti”.

“I territori montani hanno bisogno di maggiore attenzione - incalza la parlamentare azzurra - e interventi importanti. E invece, mentre a Roma il Parlamento trascura una proposta di legge che potrebbe risultare particolarmente incisiva, a livello regionale il Presidente Bonaccini annuncia a gran voce la concessione di pochi spiccioli per la montagna e i piccoli comuni, dimenticandosi di sottolineare come proprio la sua Giunta Regionale e i suoi insensati parametri aggiuntivi hanno impedito a tante piccole realtà di accedere a risorse importanti e corpose come quelle riservate alle Aree Interne”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rapina con la pistola e strattona la farmacista terrorizzata, arrestato nel giro di due giorni

  • Travolge una passante nei pressi del centro commerciale e non si ferma. Trovata grazie alle telecamere di ultima generazione

  • In fuga a tutto gas sull'auto rubata: il lungo inseguimento finisce con lo schianto e l'arresto

  • Volto coperto e pistola in pugno: ancora un assalto in una farmacia di Forlimpopoli

  • Elezioni, i programmi a confronto in 7 domande uguali per 7 candidati: queste le loro priorità e proposte

  • Circa 50 lavoratori senza stipendio da 4 mesi, sindacati preoccupati: "Impegni disattesi"

Torna su
ForlìToday è in caricamento