rotate-mobile
Venerdì, 19 Agosto 2022
Politica

Appello delle Province contro i tagli, l'appoggio di Molea (Scelta Civica)

“No ai tagli alle province e ai servizi: la manutenzione di strade e scuole e l’assistenza alla disabilità devono essere sostenuti dal governo e non possono essere trattati come mere voci di bilancio”.

“No ai tagli alle province e ai servizi: la manutenzione di strade e scuole e l’assistenza alla disabilità devono essere sostenuti dal governo e non possono essere trattati come mere voci di bilancio”. Il deputato forlivese Bruno Molea, vice capogruppo alla Camera di Scelta Civica, si associa all’appello dell’Unione delle province d’Italia contro i tagli agli enti: “Sono d’accordo con il sindaco e presidente di Provincia, Davide Drei: così si corre il rischio di creare cittadini di serie A e B, divisi tra grandi città e territori di provincia. Darò il mio appoggio in sede parlamentare perché vengano approvati  gli emendamenti alla legge di Stabilità”.

E’ di ieri l’accorato appello del presidente Drei a che vengano accolti gli emendamenti che riguardano l’incremento del contributo previsto per strade e scuole, la costituzione di un fondo nazionale per il mantenimento degli equilibri finanziari, la copertura integrale delle spese da sostenere per l’assistenza alla disabilità, l’eliminazione delle sanzioni per lo sforamento del Patto 2015, la moratoria dei mutui accesi dalle Province con Cassa depositi e prestiti per il 2016. 

“I tagli ai servizi per 500 milioni rischiano di mettere in ginocchio le Province e quindi i territori periferici, ma la messa in sicurezza delle strade e delle scuole sono un investimento per il futuro, oltre che garanzia di sicurezza per l’intera comunità - commenta l’onorevole Molea  -: per questo non possono essere trattate come mere voci di bilancio sulle quali agire per fare quadrare i conti. Gli italiani sono tutti uguali, e proprio ora che si dovrebbe investire sui territori di provincia, e sulle piccole realtà dove è più facile che solidarietà e benessere risiedano e prolifichino, si rischia di creare una divisione netta tra le grandi città dove i servizi rimarrebbero assicurati e i territori più distanti. Accolgo l’appello del presidente Drei e lo faccio mio garantendo il mio appoggio alla modifica della legge di Stabilità”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Appello delle Province contro i tagli, l'appoggio di Molea (Scelta Civica)

ForlìToday è in caricamento