Approvata la mozione per il rilancio dei comuni montani. Esulta il sindaco di Tredozio Vietina

"La battaglia continua ma siamo soddisfatti per questo risultato". Così Simona Vietina, parlamentare di Forza Italia e sindaco di Tredozio.

“Per il futuro dei comuni montani c’è molto ancora da fare, ma oggi possiamo festeggiare una prima, importante vittoria: con l’approvazione, all’unanimità della mia mozione sulle aree montane, il Governo ha preso impegni precisi in termini di risorse e iniziative per rilanciare i territori montani. La battaglia continua ma siamo soddisfatti per questo risultato”. Così Simona Vietina, parlamentare di Forza Italia e sindaco di Tredozio.

"Nel corso degli anni - continua la deputata azzurra - i comuni montani sono stati oggetto di un gravissimo spopolamento al quale si è cercato di porre rimedio con una serie di interventi animati da buona volontà ma privi di una strategia organica. Slegate fra loro, le diverse iniziative che vanno dal Fondo Nazionale Integrativo per i comuni montani, alla Strategia Nazionale per le aree interne, alle misure per le opere pubbliche nei piccoli comuni tra il 2013 e il 2020 fino ad arrivare a quanto previsto nella legge di bilancio 2020, hanno fallito nell’intento di fermare il declino economico e sociale che ha investito le zone montane. Per ovviare a questa mancanza di organicità, che finisce per trasformare iniziative anche lodevoli in un costo per i cittadini senza la soddisfazione del risultato, ho proposto in tempi recenti sia l’istituzione di un Ministero per la montagna che un Disegno di Legge che permettesse, finalmente, un approccio metodico e organizzato al problema. In attesa della calendarizzazione ormai prossima della discussione sulle mie proposte, il 28 gennaio ho proposto una mozione sul tema delle aree montane che è stata approvata all’unanimità".

"Con l’approvazione della mia mozione - prosegue Vietina - il Governo si è impegnato su vari fronti, a partire dalla piena attuazione alla legge n. 158 del 2017 “Misure per il sostegno e la valorizzazione dei piccoli comuni”, dotandola di risorse adeguate, al fine di consentire il perseguimento delle finalità in essa previste, a prevedere la costituzione di fondi per incentivare la residenza nei piccoli comuni, anche mutuando dalle esperienze regionali già in corso e a valutare la possibilità di istituire zone montane a fiscalità di vantaggio sulla base del grado di marginalità, del rischio di desertificazione economica e commerciale e del calo demografico nell'ultimo quinquennio, in linea con quanto previsto anche dal mio Disegno di Legge.  Altri temi cruciali presenti nella mozione sono poi la tutela del paesaggio nelle aree montane non solo come elemento necessario per la qualità della vita dei cittadini, anche valutando l’utilizzo a tale scopo di quota parte delle risorse previste per il Green new deal dalla Legge di bilancio per il 2020 e l’erogazione di risorse volte a favorire l’insediamento di giovani imprenditori nelle aree marginali, agricole e montane del Paese".

"Un’altra vittoria importante - incalza la parlamentare azzurra - è relativa all’introduzione di specifiche misure di welfare, (sanità, trasporti, istruzione, servizi pubblici) per le aree montane del Paese, migliorando le finalizzazioni delle risorse della Strategia nazionale per le aree interne e ridefinendo a livello nazionale i criteri di inclusione nelle aree di intervento, al fine di evitare disparità di trattamento ed esclusioni, derivanti da criteri di selezione aggiuntivi adottati dalle Regioni, come è accaduto in Emilia Romagna. A ciò si aggiungono misure per il superamento del digital divide nelle aree montane e per l’incentivazione e la tutela dell’agricoltura nelle aree marginali e disagiate".

"La lotta per la montagna - conclude Vietina - è ancora molto lunga ma oggi abbiamo incassato una grande vittoria per i nostri territori e per tutte le persone che, nonostante le difficoltà e i disagi, continuano ad amare e impegnarsi perché la montagna resti viva".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pensioni dicembre: pagamento anticipato, il calendario per ritirarle alla Posta

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Porta loro da mangiare, viene aggredito dai cinghiali che aveva "adottato": trasportato d'urgenza al Bufalini

  • Dopo la morte del figlio, l'anziana titolare si ritira: la prima fabbrica di cioccolato della Romagna è in vendita

  • Violento schianto frontale sul rettilineo: grave una donna, soccorsa con l'elicottero

  • Attaccato dai cinghiali che aveva "adottato": il 65enne non ce l'ha fatta

Torna su
ForlìToday è in caricamento