menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ausl unica, il Comitato Acqua Bene Comune si schiera con Balzani

Il Comitato Acqua Bene Comune di Forlì - Cesena "sostiene ed è concorde con le posizioni espresse dal Sindaco di Forlì - Roberto Balzani - e tutti i 15 Sindaci del territorio forlivese riguardo le preoccupazioni su l' Ausl Unica in Romagna"

Il Comitato Acqua Bene Comune di Forlì - Cesena "sostiene ed è concorde con le posizioni espresse dal Sindaco di Forlì - Roberto Balzani - e tutti i 15 Sindaci del territorio forlivese riguardo le preoccupazioni su l' Ausl Unica in Romagna che va a discapito dei cittadini e del diritto alla salute. I cittadini debbono essere coinvolti di fronte a tali decisioni". Sottolineano dal Comitato: "La profonda crisi che sta attraversando la Sanità Italiana è iniziata da quando si è trasformata la Sanità Pubblica ad Azienda perché l' interesse non è più la salute delle persone, ma il profitto. Un Servizio Sanitario che ha dentro il profitto danneggia tutti, in particolare chi ha bisogno di cure mediche".

"E' ora di ripensare alla riappropriazione dei Beni che ci appartengono - evidenziano dal Comitato -. Dalla battaglia dell’acqua abbiamo imparato a costruire un percorso che ha origini lontane e che ha sedimentato una profonda cultura di partecipazione sociale ed ha messo in movimento una nuova narrazione a democrazia partecipata sui Beni Comuni, un percorso fatto di proposte e di proteste alle lobbies. Per questo riteniamo che il filo comune che lega le mobilitazioni per l’acqua a tutte le lotte territoriali per i beni comuni debba divenire trama di un nuovo tessuto sociale che, sulla riappropriazione collettiva dei diritti sociali  e dei beni comuni e sulla loro gestione partecipativa, indichi un nuovo modello di società".

"La Salute e la Sanità sono Beni Comuni in quanto tali e le decisioni debbono essere discusse e partecipate dai cittadini e non soltanto dai Sindaci e Presidenti di Provincie all' interno dei palazzi - aggiungono i componetni del Comitato -. Riteniamo gravemente lesiva per la salute dei cittadini che il percorso calato ed imposto dall' alto prefiguri ancora una volta una gestione di tipo lobbistico, a danno di una efficiente e democratica gestione sanitaria e dei diritti dei cittadini - elettori - contribuenti - utenti, tenuti così all' oscuro di una gestione ( nella realtà dei fatti ) di tipo autoritario".

Concludono: "Il percorso di progettazione, di realizzazione e di gestione di una moderna ed efficiente politica sanitaria deve partire dal basso, con il coinvolgimento responsabile di tutti i cittadini, in quanto essa è a tutti gli effetti un Bene Comune e non può non essere affrontata e governata secondo un sistema a democrazia partecipata. Ancora una volta siamo di fronte ad un puro tentativo di conservazione del loro attuale potere e di attacco vero e proprio al sistema democratico da parte di lobbies  politiche in alleanza con i gruppi economico - finanziari già inseriti nel  Sistema Sanitario".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento