menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ausl unica, lavoratori precari: in arrivo piano per la stabilizzazione

Tuona il consigliere provinciale Zanoni: “La nostra ex Ausl, quella di Forlì, è in una condizione peggiore sul precariato non certo per colpa dei dipendenti"

Quali effetti avrà sui lavoratori precari delle Ausl di Forlì, Cesena, Ravenna e Rimini la direttiva dell’allora sottosegretario alla Salute Paolo Fadda sulla proroga di tutti i contratti di lavoro in scadenza nel comparto sanità? Lo ha chiesto con un’interrogazione il capogruppo della Lega Nord Gian Luca Zanoni. Nel testo si è dettagliato che “il sottosegretario di Stato alla salute, Paolo Fadda, ha inviato, alle Regioni, in data 11 dicembre la direttiva che prevede la proroga di tutti i contratti di lavoro dei precari in sanità fino al 31 dicembre 2016”.

Quindi nell'interrogazione è stata citata la dichiarazione del sottosegretario: “La proroga – afferma il Sottosegretario Fadda – non è solo l’impegno che, con il Ministro Lorenzin abbiamo voluto onorare nei confronti dei sindacati di tutto il comparto sanità, ma è finalizzata a far sì che le aziende sanitarie programmino al meglio l’utilizzo delle risorse umane e professionali e predispongano un migliore benessere organizzativo delle stesse lavoratrici e degli stessi lavoratori precari che consenta loro di erogare, con più tranquillità e vigore, le prestazioni sanitarie e sociosanitarie, nonché di continuare e sviluppare i programmi di ricerca biomedica”.

“All’interno dell’Ausl unica - ha illustrato il vicepresidente della Provincia, Guglielmo Russo - si sta lavorando al pieno recepimento della direttiva citata. L’impegno è questo, trovando le migliori metodologie, con concorsi per l’assunzione dei precari. Bisogna definire un piano non solo per il riassorbimento del precariato, ma per il superamento del concetto stesso di precariato a cui si deve ricorrere solo in momenti emergenziali ed eccezionali. La sanità non può essere d’eccellenza con sacche di lavoro precario che in prospettiva può creare tensioni”. Ha replicato il consigliere Zanoni: “La nostra ex Ausl, quella di Forlì, è in una condizione peggiore sul precariato non certo per colpa dei dipendenti. Auspichiamo che arrivi presto questo piano di stabilizzazione dei lavoratori”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento