rotate-mobile
Il caso

Bandiera delle Brigate Rosse sventolata davanti alla scuola: "Episodio gravissimo, la preside intervenga"

"Ancora una volta assistiamo alla profanazione della scuola da parte di estremisti che sventolano simboli di morte", attacca Nicholas Pellegrini, coordinatore della Gioventù Nazionale Forlì-Cesena

E' successo lunedì. Un gruppo di ragazzi ha sventolato la bandiera della Brigate Rosse di fronte all'ingresso del Liceo Artistico di Forlì, alla presenza di un folto gruppo di studenti. Il caso è stato segnalato da Nicholas Pellegrini, coordinatore della Gioventù Nazionale Forlì-Cesena, e Giacomo Cenesi, coordinatore di Azione Studentesca Forlì-Cesena, che hanno condannato l'episodio. "Ancora una volta assistiamo alla profanazione della scuola da parte di estremisti che sventolano simboli di morte", attacca Pellegrini. "Si tratta di un atto che denota una scarsa conoscenza della storia e scarso rispetto, oltre che la crudeltà di chi lo ha compiuto, visto che proprio a Forlì le Brigate Rosse hanno compiuto uno dei loro crimini più vigliacchi, l’omicidio di Roberto Ruffilli", commenta Cenesi.

Leggi le notizie di ForlìToday su WhatsApp

Pellegrini e Cenesi parlano di "atto inquietante, che testimonia la necessità di prendere provvedimenti contro uno sdoganamento di simboli legati a una stagione, quella del terrorismo rosso, che si sperava superata."Come Gioventù Nazionale crediamo che episodi come questo non vadano assolutamente presi sottogamba, poiché rappresentano una forma di sostegno e apprezzamento di un gruppo terroristico che ha seminato morte in tutto il Paese. Invitiamo quindi la preside dell’istituto a prendere immediatamente i provvedimenti necessari affinché atti come questi non trovino più spazio nella scuola".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bandiera delle Brigate Rosse sventolata davanti alla scuola: "Episodio gravissimo, la preside intervenga"

ForlìToday è in caricamento