Bertinoro, cittadinanza onoraria per il rabbino Luciano Meir Caro

Domenica si è svolto a Bertinoro il consiglio comunale per il conferimento della cittadinanza onoraria al rabbino Luciano Meir Caro

Domenica si è svolto a Bertinoro il consiglio comunale per il conferimento della cittadinanza onoraria al rabbino Luciano Meir Caro. "Una città come Bertinoro conosciuta da sempre come “la città dell’Ospitalità” non poteva essere oggi più orgogliosa nel conferire il riconoscimento di Cittadino Onorario a una delle persone che più di tutte in questi anni ha rinsaldato l’antico legame che il nostro paese ha con il mondo e con le culture", afferma “Insieme Per Bertinoro” (Pd, Sel, Verdi e Psi).

"Culture che hanno permesso a Bertinoro di essere ricordata in tutto il mondo, come testimonia la vita e la diffusione del celebre commentatore della Mishna Ovadyah Yare da Bertinoro: proprio la cultura ebraica e il grande esempio che Obadiah detto “il Gran Bertinoro” ha saputo trasmettere con tanta volontà che oggi ci permettono di conferire con altrettanta volontà la cittadinanza onoraria al rabbino Luciano Meir Caro - continua -. Proprio grazie al contributo del Rav. Caro l’allestimento delle sale del nostro Museo Interreligioso, un gioiello unico e primo museo in Italia dedicato alle principali religioni monoteiste, è potuto essere così accurato così come meticolosa è stata la disponibilità dimostrata in tante situazioni in questi anni che lo hanno visto agire in prima persona a titolo assolutamente gratuito. Noi Consiglieri del gruppo Insieme Per Bertinoro, siamo quindi lieti di onorare il suo impegno che contribuisce a rendere alto il prestigio bertinorese e italiano a vantaggio dell’intero patrimonio culturale nazionale".

"In un mondo che oggi risente del fanatismo di alcuni pseudo-religiosi che vogliono trasformare il valore del dialogo religioso in un falso valore di scontro religioso e culturale, noi siamo consapevoli che princìpi come la fraternità, l’ascolto, la solidarietà sono strutture portanti dell’uomo che vanno al di là di qualsiasi differenza interpretativa sul reciproco credo religioso e servono per condividere una più ampia possibilità di vivere una vita che non preveda la morte altrui come obiettivo di crescita personale - prosegue "Insieme Per Bertinoro -. La storia insegna che antisemitismo, guerre religiose non si sono mai avvicinate a nessun Dio ma hanno allontanato gli uomini da loro stessi facendoli somigliare più a bestie che a esseri intelligenti. E’ un insegnamento da ricordare, una verità da mostrare e una promessa che da Bertinoro oggi è riconosciuta e celebrata a partire da questa Cittadinanza Onoraria, importante e speciale".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colpisce due auto e poi si cappotta nel fosso: pauroso incidente

  • Stormi di migliaia di uccelli volteggianti sulla città, frastuono sugli alberi: la spiegazione del fenomeno

  • Falegname e pizzaiolo nei weekend, apre una pizzeria tutta sua: "Vetrina che si riaccende in centro"

  • Assume cocaina, perde la testa e cerca delle scarpe tra le auto: non lo ferma nemmeno lo spray al peperoncino

  • Postano su Facebook la foto del gatto rubato dal negozio: madre e figlia nei guai

  • Nella notte spunta uno striscione a Forlì: "Liberazione costellata di massacri e distruzione"

Torna su
ForlìToday è in caricamento