menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

PdL all'attacco: "Il sindaco falsa i numeri per giustificare l'Imu"

Il sindaco "falsa" i conti del bilancio comunale, facendo scomparire delle entrate e delle uscite attraverso la società Liva Tellus e giustificare così l'imposizione dell'Imu. Così Vanda Burnacci, consigliera PdL

Il sindaco “falsa” i conti del bilancio comunale, facendo scomparire delle entrate e delle uscite attraverso la società Liva Tellus e giustificare così l'imposizione dell'Imu. E' la sintesi della protesta di Vanda Burnacci, consigliera PdL: “La Giunta Balzani ha approvato un Bilancio 2012 del Comune di Forlì in cui sono previste entrate per 100.625.000 euro, invece dei 103.682.000 del 2011. Il totale delle spese è di 90.170.000, invece dei 92.887.000 del consuntivo 2010. Le cifre delle entrate e delle spese sono state utilizzate dalla Giunta per sostenere che nelle casse del Comune entreranno meno soldi (- 3 milioni di euro) e che la Giunta farà molti risparmi, spendendo in meno 2.610.000. Questo ragionamento è stato la base, la giustificazione per un aumento dell'IMU enorme, fuori da ogni misura. La giustificazione della Giunta è: “Abbiamo meno entrate e meno di così non potremmo spendere: perciò siamo costretti ad imporre l’Imu prima casa allo 0,55% e l’IMU secondaria allo 0,98%.”

Invece, dice Burnacci: “Noi del P.D.L. abbiamo sostenuto e sosteniamo che il dato delle entrate di 100.625.000 è falso se, contestualmente, non si chiarisce che, nel 2012, le entrate, in verità saranno 105.147.000: la novità è che 4.516.000 euro, invece che nelle casse del Comune, entreranno nelle casse di Livia Tellus, nuova holding delle Aziende Partecipate. Le entrate di 100 milioni di euro del Comune di Forlì, ripeto, sono un dato falso se non si spiega al tempo stesso l’operazione Livia Tellus – New – Co”.

E ancora: “Oggi il Sindaco Balzani fa un artificio di 4.500.000 euro, chiamato Livia Tellus – New – Co. Dal gruppo di maggioranza PD mi si risponde che si tratta solo di una partita di giro, con entrate ed uscite: non scherziamo, le partite di giro sono un’altra cosa. I numeri mostrano che è “falsata” anche la cifra della spesa di 90.170.000 perché bisogna sommarvi i 3.120.000 (per difetto) che usciranno dalle casse di Livia Tellus per il personale (già comunale), per il trasporto e il passivo dell’Aeroporto. La spesa totale sarebbe, per trasparenza, di 93.290.000 e quindi, rispetto ai 92.887.000 del consuntivo 2010, non calerebbe affatto. Che bisogno c’era quindi di voler incassare, per tributi, 5.585.000 in più rispetto al 2011, facendosi un salvadanaio così enorme? Si farà un sanguinoso salasso ai propri cittadini e alle imprese, con l’imu prima casa allo 0,55% e l’IMU su tutti gli altri edifici allo 0,98%. Se la Giunta voleva farsi un salvadanaio per scelte compensative, bisognava puntare di più sui contributi della Regione, sulla lotta all’evasione e sulla diminuzione della spesa. Invece la via seguita è questa: “Tassiamo di più i cittadini e le imprese”, conclude Vanda Burnacci

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento