menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Società, senza i costi dell'aeroporto sorride il bilancio di Livia Tellus

Il bilancio consolidato 2012 è stato presentato dal presidente di Livia Tellus Massimo Beleffi, dal Direttore Stefano Foschi, e dal consigliere Marzia Casadei

Ha chiuso con un utile d'esercizio di 2.361.256 euro Livia Tellus Governance, lo strumento organizzativo del Comune di Forlì nato nel 2011 mediante il quale l’ente locale partecipa nelle società, anche di servizio pubblico locale, rispondenti ai vari modelli previsti dalla normativa interna e comunitaria, al fine di garantire l’attuazione coordinata dell’azione amministrativa, nonché un’organizzazione efficiente, efficace ed economica nell’ordinamento dell’ente locale, nel perseguimento degli obiettivi di interesse pubblico di cui il Comune è portatore. Livia Tellus non è una semplice holding finanziaria ma fornisce anche servizi amminsitrativi e fiscali alle società partecipate di dimensioni mediopiccole.

Il bilancio consolidato 2012 è stato presentato dal presidente di Livia Tellus Massimo Beleffi, dal Direttore Stefano Foschi, e dal consigliere Marzia Casadei, che hanno annunciato le dimissioni direttore generale del Comune, Maurizio Caristia, venendo sostituito dal vice segretario municipale Alessandro La Forgia. Le società coinvolte nella Governance sono Hera Spa, Romagna Acque, Unica Rete, ForliFarma, Forlì Città Solare, Forlì Mobilità Integrata, Sapir, Techne e Fiera di Forlì. La società è riuscita a far fronte alle situazioni di difficile gestione, su tutte quella dell'aeroporto di Forlì, che aveva gravato nel bilancio 2011 con una perdita di un milione. Il budget previsto per il 2013 è di 2.796.393, mentre per il 2014 è di 2.503.017, dati che sono stati stimati con logiche prudenziali.

I dividendi nel 2012 sono stati di 3.399.395 (per Hera 1.968.990 euro, per Romagna Acque 545.605, per Unica Rete 781,840 euro, per Forlifarma di 93.377 euro, per Sapir di 9.582 euro), mentre per i successivi anni sono previsti in calo (2013 nel 3.107.877 e nel 2014 2.804.249). La differenza fra dividendi e utile è da imputare al costo per coprire l'esercizio provvisorio di Seaf e dalla svalutazione prudenziale della partecipazione in Start Romagna.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una ricetta che sa di casa: le zucchine ripiene

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento