rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Politica

Bilancio di previsione, i sindacati incontrano il Comune: i temi portati sul tavolo

"Si è inoltre posta l'attenzione sulla necessità di confronto su temi quali le politiche giovanili, l’occupazione e la qualità del lavoro", viene rimarcato

Venerdì scorso si è svolto l'incontro per la presentazione del Bilancio di previsione 2020 tra amministrazione comunale di Forlì e Cgil, Cisl e Uil. "A settembre come organizzazioni sindacali avevamo presentato al sindaco il verbale di accordo sottoscritto nel novembre del 2018 con la giunta precedente - esordiscono i segreteri generali Maria Giorgini, Vanis Treossi ed Enrico Imolesi -. L’amministrazione comunale ci ha comunicato la volontà di non incrementare tariffe e tributi mantenendo inalterate le attuali aliquote, dove per agevolare le fasce più disagiate nell'accordo di novembre del 2018, si era aumentata su richiesta delle organizzazioni sindacali, la fascia di esenzione del pagamento dell’addizionale Irpef per contribuenti con redditi al di sotto di 15mila euro, e la riduzione dell’aliquota per la fascia di reddito tra i 15mila e i 28mila euro dallo 0.77% allo 0.70%".

"L’amministrazione comunale di Forlì nell’incontro ci ha comunicato inoltre la volontà di mantenere il sistema di welfare territoriale - continuano i sindacalisti -, ha confermato le agevolazioni sui trasporti locali per la fasce deboli e per gli studenti, ha presentato il piano degli investimenti e infine ha indicato la situazione delle società partecipate. In ultimo ha comunicato alle organizzazioni sindacali la volontà di modifica di tutti i regolamenti comunali, tra cui quello per i lavori pubblici, e la predisposizione di un piano di riorganizzazione del personale del comune.  Confermato inoltre il fondo anticrisi, il cui regolamento verrà redatto in accordo con le organizzazioni sindacali".

Continuano Giorgini, Treossi ed Imolesi: "Come organizzazioni sindacali abbiamo richiesto che si costituisca un positivo sistema di relazioni sindacali nella tradizione tra organizzazioni sindacali e amministrazione del Comune di Forlì e che ogni modifica rispetto a quanto emerso durante l’incontro come le modifiche dei regolamenti comunali e il piano di riorganizzazione del personale, abbia un costante percorso concertativo con le organizzazioni confederali Cgil, Cisl e Uil e con le categorie del pubblico impiego per quanto attiene il personale pubblico".

Giorgini, Treossi ed Imolesi hanno inoltre espresso "preoccupazione" per il futuro di Fiera di Forlì Spa  e del personale occupato, richiedendo "che si trovi una soluzione condivisa con tutti i soci. Altresì, pur valorizzando il lavoro fatto nell’ambito del distretto socio sanitario in questi anni sui temi del welfare, si è segnalata la necessità di un sempre maggior impegno per le fasce deboli ed in particolare per gli ultra 65enni dove insiste il tema della non autosufficienza".

"Si è inoltre posta l'attenzione sulla necessità di confronto su temi quali le politiche giovanili, l’occupazione e la qualità del lavoro, le tematiche dello sviluppo, le infrastrutture e i trasporti, le politiche ambientali, le politiche antidiscriminazione e per la parità di genere, la legalità, gli assetti istituzionali, welfare e in generale tutte le tematiche di interesse per tutti i cittadini - concludono -. Proseguiremo dunque sui temi esposti il monitoraggio e ove necessario il confronto".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bilancio di previsione, i sindacati incontrano il Comune: i temi portati sul tavolo

ForlìToday è in caricamento