menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bilancio, Pasini (Udc): "Taglio ai servizi o aumento rette?

“L'Assessore Briccolani ha parlato recentemente di circa 2 milioni di euro di mancato introito provenienti dall’IMU, rispetto al previsionale stimato dallo Stato"

“L'Assessore Briccolani ha parlato recentemente di circa 2 milioni di euro di mancato introito provenienti dall’IMU, rispetto al previsionale stimato dallo Stato. Nel contempo, in amministrazione comunle, si teme che la spending review aggravi la situazione economica degli enti locali nel suo complesso, con il fondato timore che questo effetto provochi un con il ulteriore mancato trasferimento di circa 1 milione di euro, rischio di taglio ai servizi a domanda individuale e possibili aumenti di rette. In presenza di queste informazioni  che cosa debbono aspettarsi i cittadini forlivesi?”.

E' quanto chiede al Sindaco di Forlì, Andrea Pasini, consigliere comunale e segretario provinciale UDC. “La recessione e la crisi economica – sottolinea – non accennano a diminuire nel nostro paese e nel nostro territorio, nonostante le misure di crescita e sviluppo adottate a livello nazionale e locale. A questo si aggiunge poi, il dato ufficiale relativo al potere d'acquisto della famiglie, pesantemente compromesso dalla crisi, dall'aumento dei prezzi e dal tasso di inflazione. Non va, poi, dimenticato  che il nostro comune ha approvato in anticipo (13/14febbraio 2012), rispetto a indirizzi definitivi dello Stato, il proprio bilancio di previsione 2012, che l’Assessore Briccolani, aveva già definito bilancio di particolare rigore nella gestione dei conti, caratterizzato da una forte pressione fiscale, delegata ai comuni, nei confronti dei cittadini. A questo stato di cose va poi aggiunto che, dopo l'approvazione del bilancio, c'è stata un'ulteriore riduzione dei trasferimenti dello Stato ai Comuni. In un quadro di questo genere è doveroso che un amministratore chieda di conoscere, per informare la cittadinanza, in quali voci di Bilancio si intende intervenire al ribasso, quali eventuali costi dei servizi si intendono aumentare per compensare tali ulteriori “tagli”, al fine di ottenere il pareggio di bilancio, ma soprattutto garantire la continuità dei servizi rivolti ai cittadini”.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento