menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Via libera al bilancio di previsione, Cicognani: "Interventi importanti sugli investimenti pubblici"

"Sono stati incassati tutti i soldi da Ieg per la vendita del marchio della Fiera Avicola e si sta predisponendo la creazione di una nuova società"

Semaforo verde al bilancio di previsione 2020-2022 dell'amministrazione Zattini. Il via libera è arrivato venerdì pomeriggio nel corso di un Consiglio comunale fiume con diciotto voti favorevoli ed undici contrari. Si tratta di un bilancio, che, come ha affermato l'assessore al Bilancio Vittorio Cicognani, "non ha subìto modifiche strutturali volutamente per il poco tempo a disposizione dell'amministrazione attuale, essendoci insidiati come assessorati nel mese luglio, e per averle le idee ben chiare senza creare ulteriori problemi". Cicognani ha spiegato di aver incontrato le associazioni di categoria e gli organismi sindacali, i quali "non hanno presentato eccezioni e problematiche".

Ha inoltre osservato come il programma triennale delle opere pubbliche sia "la parte qualificante del bilancio d'esercizio di quest'anno, perchè abbiamo pensato di intervenire pesantemente sugli investimenti pubblici in quanto negli ultimi tempi qualcosa è rimasto indietro. Le nostre priorità sono riferite agli immobili scolastici, dall'efficientemento energetico alla sicurezza sismica, agli impianti sportivi, con investimenti per circa 7 milioni di euro. Il terzo impegno è quello di valorizzare il quartiere Razionalista (area stazione, piazzale della Vittoria, parco della Resistenza e Corso della Repubblica, ndr), con valorizzazione dei mosaici della Palmezzano". 

Quanto alla valorizzazione degli immobili, Cicognani ha spiegato "che ci sono state alcune modifiche rispetto al piano precedente. Le vendite immobiliari risentono del contesto generale e anche le entrate del Comune hanno avuto delle diminuzioni rispetto ai decenni scorsi". Capitolo Fiera: "Sono stati incassati tutti i soldi da Ieg per la vendita del marchio della Fiera Avicola e si sta predisponendo la creazione di una nuova società, nella quale ci sarà anche Fiera di Forlì con una quota del 35% come previsto dal piano industriale. Resta da valorizzare le restanti fiere". Nel corso della seduta è stato approvato anche il Documento unico di programmazione (Dup) 2020-2022.

Alcuni interventi

Per il capogruppo del Pd, Soufian Hafi Alemani, dal "Documento unico di programmazione ci sono grandi assenti, come l'aeroporto, il corso di laurea in Medicina e Chirurgia e il quarto lotto della Tangenziale, e non c'è stato uno sforzo di elaborazione politica". "La grossa preoccupazione è l'assenza di progettualità sul futuro, che non riguardano le opere pubbliche - evidenzia -. Potrei dire che questa è la giunta dei cuculi, che cova le uova lasciate da altri e non ne deposita altre". Il capogruppo della Lega, Massimiliano Pompignoli, ha parlato di "atto di coraggio", aggiungendo che "è stato ereditato un bilancio non del tutto rose e fiori". Su aeroporto e università, "sono critiche fini a se stesse e non si può programmare quello che oggi non c'è. Lo si può prevedere, ma sulla base di fatti concreti". 

"E' un bilancio di continuità, come ha detto lo stesso assessore Cicognani - evidenzia il capogruppo del Movimento 5 Stelle, Daniele Vergini -. Ma ci si aspettava qualcosa di più". Quindi ha spiegato le ragioni del voto negativo, a partire dalle politiche ambientali ("su Alea l'amministrazione comunale ci ha colto di sorpresa, cambiando traiettoria rispetto a quanto dichiarato in campagna elettorale"). "Mancano investimenti sul distretto del riciclo, che è assolutamente importante per rendere efficace Alea e creare un indotto economico". Sul lavoro "si può fare di più contro abusivismo e concorrenza sleale", mentre si chiede un maggior coinvolgimento dei cittadini e interventi per le periferie. Dal M5S inoltre la richiesta di una maggiore valorizzazione della cultura, a partire dalla valorizzazione della Rocca "per farla diventare un tema attrattiva del turismo". Sulle tasse, così come sulle società partecipate, "non vedo un grosso cambiamento". E sull'Unione dei Comuni "vi aspettiamo al varco".

In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento