Blitz alla Camera di Commercio durante iniziativa su Jobs act: "Fiom chiarisca"

A segnalare il caso è il segretario generale aggiunto della Fim Romagna, Davide Drudi, che ha chiesto alla Fiom di prendere le distanze da questa iniziativa

Blitz di un gruppo di contestatori, con volantini che riportavano dalla stesura anonima con solo il logo della Fiom Cgil, a un convegno sul Jobs Act organizzato dalla Fim-Cisl Romagna. E' quanto è avvenuto venerdì la sede della Camera di Commercio di Forlì. A segnalare il caso è il segretario generale aggiunto della Fim Romagna, Davide Drudi, che ha chiesto alla Fiom di prendere le distanze da questa iniziativa nel caso in cui qualcuno avesse impropriamente utilizzato il logo della sigla dei metalmeccanici della Cgil, visto che il volantino, che recava il titolo 'La Fim-Cisl nel palazzo a discutere di Jobs Act coi poteri forti', non specificava l'identità dei suoi autori e il territorio di appartenenza della Fiom.

"In caso contrario, sarebbe evidente e confermata, se non la realizzazione della condotta sopra esposta, quantomeno la sua approvazione", sottolinea il sindacalista della Fim Cisl Romagna, riportando un'altra frase del volantino. "Noi nelle piazze per i diritti dei più deboli. Fiom: un sindacato differente". "Onestamente, se è stata la Fiom a scrivere questo, rispondo che, fortunatamente, essi non hanno il monopolio per la tutela dei diritti dei più deboli, e non solo, ed allo stesso tempo dico che in questo Paese non c'è solo chi fa demagogia ma esiste anche la Cisl e la Fim, 100% sindacato".

Quanto poi ai rappresentanti dei poteri forti presenti al convegno (tra gli altri, il responsabile dell'ufficio sindacale nazionale, Sandro Pasotti, il giurista del Lavoro Pier Giuseppe Dolcini, persona conosciuta e stimata; il deputato del Pd, Marco Di Maio, Enzo Poggi, in rappresentanza di Unindustria Forlì-Cesena, e il sindaco Davide Drei), si tratta di persone che "ringrazio sinceramente per il loro prezioso contributo apportato al dibattito che, anche grazie alla loro presenza, ha visto la partecipazione di operai, pensionati, cittadini, imprenditori, istituzioni". "Noi - assicura - non abbiamo mai avuto paura di esprimere le nostre idee e tanto meno il nostro dissenso, ma lo facciamo attraverso proposte costruttive, in modo civile e mettendoci la faccia".


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Punta un euro su un gratta e vinci e non crede ai propri occhi: il "Sette e mezzo" è fortunato

  • Nel weekend tornano freddo e neve, ecco dove sono attesi i fiocchi. Ma l'inverno non decollerà

  • E' confermato il ritorno della neve, ecco dove sono attesi i fiocchi bianchi: allerta "gialla"

  • Donna in carrozzina investita sulle strisce pedonali mentre attraversa vicino al supermercato

  • Cinquantenne malata di un grave tumore salvata dai primari di Forlì e Rimini

  • Tenta il suicidio lanciandosi contro le auto in transito: salvato dalla Polizia

Torna su
ForlìToday è in caricamento