Bocciata in Consiglio comunale la moratoria sulle nuove aree commerciali proposta da Pd e Forlì & Co

E' stato bocciato dalla maggioranza un emendamento del Pd e del gruppo 'Forlì & Co', nel corso dell'ultimo consiglio comunle, in cui si chiedeva che il Comune adottasse una moratoria sull’autorizzazione di nuove superfici commerciali

E' stato bocciato dalla maggioranza un emendamento del Pd e del gruppo 'Forlì & Co', nel corso dell'ultimo consiglio comunle, in cui si chiedeva che il Comune adottasse una moratoria sull’autorizzazione di nuove superfici commerciali di medie e grandi dimensioni fino al termine di un percorso di studio, approfondimento e confronto con gli attori economici e sociali, per verificarne la compatibilità e sostenibilità con il tessuto commerciale di Forlì e gli impatti sull'occupazione del comparto.

 L'emendamento era stato posto in una mozione, intitolata “Made in Forlì” con la quale il gruppo Lega sollecitava l’Amministrazione a  sostenere maggiormente le attività commerciali.

A renderlo noto è un comunicato del gruppo consiliare Forlì e Co.: “Abbiamo però ricevuto dalla maggioranza silenzi e risposte imbarazzate, all’insegna della tesi che siccome anche le precedenti amministrazioni hanno autorizzate grandi e medie superfici commerciali nessuno sarebbe ora titolato ad opporsi alla variante di Coriano. Ci sembra una tesi senza fondamento, anche al netto del fatto che dopo la pandemia il quadro è radicalmente cambiato  e quindi ciò che ieri poteva essere giusto o accettabile oggi non lo è.  Nei fatti, ai cittadini interessa che si facciano scelte per il bene della città, non che si scarichino sulle opposizioni la responsabilità di provvedimenti impopolari e divisivi che non si riesce altrimenti a difendere. 
Purtroppo, pur con alcune eccezioni, la maggioranza ha infine respinto il nostro emendamento”.



Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ed ancora: “In definitiva, comunque, si è dimostrata tutta la strumentalità della mozione presentata, che mentre afferma di voler difendere il “made in Forlì”, contemporaneamente rifiuta anche solo di rallentare la marcia verso l’arrivo in città di un nuovo gigante della grande distribuzione, la cui presenza sarà per il tessuto commerciale di gran lunga più dannosa di tutti i palliativi contenuti nel documento della Lega”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La tabaccheria ancora baciata dalla fortuna, nuovo terno al Lotto: "Forse una data di nascita"

  • Coronavirus, ecco il nuovo dpcm punto per punto: ristoranti chiusi alle 18. Stop per palestre, cinema e teatri

  • Coronavirus, due insegnanti e tre studenti infettati: classe dell'asilo in quarantena

  • Aeroporto, il Ridolfi torna sui radar di tutto il mondo: si parte con i voli commerciali

  • Coronavirus, contagi in aumento. Bonaccini non esclude una stretta sulle scuole

  • Forlì spiccherà il volo verso Spagna, Germania e Ungheria: ufficializzata la terza compagnia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ForlìToday è in caricamento