rotate-mobile
Sabato, 20 Agosto 2022
Politica

Bocciato il campo da golf, i Verdi: "Si facciano le 9 buche in più, ma non il resto"

"Abbiamo, da soli, sempre combattuto la proposta di utilizzare il golf come espediente per realizzare un grosso intervento edilizio in piena campagna. Le amministrazioni precedenti hanno consentito che una proposta di "accordo di programma"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ForlìToday

Abbiamo, da soli, sempre combattuto la proposta di utilizzare il golf come espediente per realizzare un grosso intervento edilizio in piena campagna. Le amministrazioni precedenti hanno consentito che una proposta di "accordo di programma", il mostro giuridico largamente utilizzato per favorire con varianti ad hoc interessi del tutto privati, rimanesse inevasa per anni, mentre proposte su proposte si accavallavano nell’intento di raggiungere un’intesa che consentisse a privati di urbanizzare e costruire in aree agricole in cambio di ridicoli vantaggi, tutti da dimostrare.

L’amministrazione mostra di voler evitare l'ennesima svendita del territorio che interesserebbe un luogo che dovrebbe essere salvaguardato per la sua valenza ambientale, secondo i principi più volte enunciati di fermare il consumo del territorio. L’area adiacente all’intervento è un territorio che i cittadini hanno cominciato a conoscere come il costituendo Parco Fluviale del Ronco, che comprende il Sito di Interesse Comunitario SIC, denominato Meandri del Fiume Ronco.

Il percorso autorizzativo di un complesso progetto che prevede una colata di cemento in piena campagna. con la scusa dell’ampliamento a 18 buche del campo di Golf Fiordalisi, come cavallo di Troia, e di sistemazioni di arginature e altre opere idrauliche e alcuni percorsi ciclopedonali doveva però essere fermato da tempo.
 

I Verdi sono fermamente contrari a un simile intervento e affermano che non è questa la politica urbanistica per questa città : non possiamo continuare a sottrarre terreno alla natura e all'agricoltura, non possiamo continuare a spargere nuovi quartieri e abitazioni nelle campagne inducendo una dispersione di servizi, trasporti, addossando ai cittadini i costi di questi nuovi insediamenti.

Questa vicenda deve chiudersi facendo venire alla luce, se vi sono state, trattative o altro. Gli interventi fluviali utili alla messa in sicurezza del territorio e alla sua fruizione non avevano alcun riscontro nelle previsioni edilizie. Se di golf si tratta realmente si facciano le buche necessarie e si rigetti tutto il resto. Un’ultima preoccupazione ci è sorta: altre volte in passato sono stati bocciati progetti in modo tale che poi attraverso i ricorsi in sede amministrativa le operazioni potessero essere autorizzate dai tribunali. Non vorremmo trovarci di fronte a questa eventualità e che quello che esce dalla finestra ritorni poi dalla porta, con tanto di interessi.

Federazione dei Verdi di Forlì-Cesena

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bocciato il campo da golf, i Verdi: "Si facciano le 9 buche in più, ma non il resto"

ForlìToday è in caricamento