Bollette Alea, prime contestazioni: "Componenti famigliari in più e addebitati scarichi del secco mai effettuati"

"Un caos che sta facendo infuriare le persone, molte delle quali oggi mi hanno chiamato chiedendomi aiuto" sottolinea l'esponente leghista e candidato vicesindaco di Gianluca Zattini per il Comune di Forlì.

Uno o due componenti famigliari in più della realtà, scarichi di secco addebitati ma mai avvenuti e "cifre esorbitanti". Sono arrivate le prime bollette di Alea, e le polemiche ripartono. A sollevare il caso è Daniele Mezzacapo (Lega): "Le bollette Alea sono arrivate, un piccola percentuale sono giunte a cavallo del 26 maggio, poi il grosso è arrivato a cominciare da lunedì, il giorno dopo alle elezioni. Forse è stata una strategia della campagna elettorale della Sinistra per non essere penalizzata nel voto ben sapendo che la popolazione avrebbe fatto una rivolta, come sta succedendo in queste ore. Adesso tutti i nodi sono arrivati al pettine". 

"Già questa mattina gli uffici di Alea sono stati presi d'assalto dagli utenti del Forlivese per contestare gli errori che hanno trovato nella bolletta. Lunghe file per andare a reclamare. C'è chi si è trovato nel conteggio un componente famigliare, o addirittura due, in più e chi gli sono stati conteggiati degli scarichi di secco mai avvenuti, e chi ha pagato somme esorbitanti. Un caos che sta facendo infuriare le persone, molte delle quali oggi mi hanno chiamato chiedendomi aiuto" sottolinea l'esponente leghista e candidato vicesindaco di Gianluca Zattini per il Comune di Forlì.

Mezzacapo continua la sua battaglia contro il sistema Alea e promette che "se domenica 9 giugno il Centrodestra prenderà in mano la città di Forlì, cambierà metodo per fare gli interessi dei cittadini e non di una società voluta dal Partito Democratico che ora, in maniera meschina, si nasconde e di questo problema non ne vuole parlare"

"Sconvolgente, ma già annunciato, che ci fossero centinaia di contestazioni da parte dei cittadini costretti a sottostare a questo rigido sistema e pagare bollette più care. Errori grossolani che in certi casi sono stati giustificati con delle scuse incredibili. Resta il fatto che il conto di Alea, come avevo ampiamente previsto e salato, e in tantissimi casi sbagliato".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Poi Mezzacapo fa l'appello a controllare bene la bolletta Alea, perché un'alta percentuale di quelle che sono arrivate dopo le elezioni di domenica scorsa, in base ai primi dati, conterrebbero gravi errori con costi non dovuti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il telefono diventa muto e dal conto spariscono migliaia di euro: quarta truffa sui soldi in banca in un mese

  • Centauro esce di strada: la moto vola nella scarpata, interviene l'elicottero

  • Il covid-19 non ferma il progetto di quattro giovani: "Apriamo una pizzeria e puntiamo sulla qualità"

  • Dal tampone pre-assunzione scopre di essere positivo al covid-19

  • Covid-19, 109esima vittima nel Forlivese: è una donna di 80 anni

  • "Voglio farla finita": poliziotti e operatori sanitari salvano la vita ad un 21enne

Torna su
ForlìToday è in caricamento