Bufera politica a Galeata, il vicesindaco: "Dall'opposizione solo critiche, mai una proposta"

Non usa certamente le mezze misure Cristiano Zambelli, da 8 mesi vicesindaco a Galeata nella giunta di Elisa Deo, per parlare dell'opposizione e di tutto il clima politico che si è creato

"Ci tengo a sottolineare giusto due cose per quel che riguarda il clima che si sta instaurando ormai da qualche mese in Consiglio Comunale. Sono nuovo del mestiere, non sono uomo di partito, e di certo non ho mai avuto alcun interesse nel candidarmi se non per il piacere di far qualcosa di nuovo per il mio paese. A giugno 2018 appena arrivato in consiglio ho notato subito un forte ed immotivato astio da parte di qualcuno dell’opposizione, e nonostante i miei ripetuti inviti al dialogo durante il consiglio, nessunosi è mai presentato, anche solo per parlare e scambiarsi qualche idea, nulla".

Non usa certamente le mezze misure Cristiano Zambelli, da 8 mesi vicesindaco a Galeata nella giunta di Elisa Deo, per parlare dell'opposizione e di tutto il clima politico che si è creato nel paese dell'alta Val Bidente

"Imbavagliare l’opposizione? Anche se avessimo voluto non ci saremmo riusciti, perché se guardiamo gli atti, in 7 mesi, dai banchi della minoranza, non è arrivata alcuna proposta, un progetto, un’idea, niente di niente, solo assurde critiche senza alcun fondamento. Mi sembrava assurdo dover discutere in consiglio di una lettera della Tari arrivata con qualche giorno di ritardo, di un consiglio comunale congiunto che si svolgeva a Civitella e di qualche fake news ben architettata, ma la realtà era questa, perché queste sono state le grandi battaglie di chi ha perso le elezioni" dice ancora Zambelli. 

"Mi sembrava assurdo si, ma poi ho capito che quella era la loro strategia politica, una critica a prescindere, in continuità forse con la linea tramandata dal vecchio partitone. Nonostante le cattiverie e gli innumerevoli attacchi personali, noi andiamo avanti - continua Zambelli - e continuiamo a lavorare ai tantissimi progetti ed obiettivi che ci siamo prefissati! A 26 anni non credo che la politica (se così può definirsi) debba essere vissuta in questa maniera, ma con passione e spirito di gruppo, per poter portare avanti al meglio i propri ideali e le proprie battaglie. Come faccio ormai da mesi, rinnovo anche oggi, il mio invito al dialogo, perché da soli si può fare, ma insieme si può fare molto meglio! Portiamo in alto il nome della nostra piccola città" ha concluso il vicesindaco

Potrebbe interessarti

  • Smettere di fumare: come affrontare la dipendenza senza ricaderci

  • 7 cose da fare in casa prima di partire per le vacanze: tu le hai fatte?

  • Dalla G alla A: come migliorare la classe energetica di casa

I più letti della settimana

  • Tragedia di ritorno dal mare causata da un colpo di sonno: ventenne muore in autostrada

  • Tragedia nella notte in A14: tra i due morti anche una forlivese

  • Mezzanotte di paura, nuova scossa di terremoto nel forlivese

  • La vedova di Bovolenta rivela: "Ho ritrovato l’amore. La vita regala sorprese bellissime"

  • Trema la terra: doppia scossa di terremoto, in tanti lanciano l'allarme sui social

  • Ha tentato di rapire tre bambine in centro, caso risolto dalla Polizia. Ora è in carcere

Torna su
ForlìToday è in caricamento