menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bulbi: "Manca la classe dirigente? Non serve farla in laboratorio"

Manca una classe dirigente romagnola? La dichiarazione del sindaco di Forlì Roberto Balzani, fatta durante la recente conferenza stampa di metà mandato, suscita le perplessità del presidente della Provincia Massimo Bulbi

Manca una classe dirigente romagnola, che è da costruire da zero? La dichiarazione del sindaco di Forlì Roberto Balzani, fatta durante la recente conferenza stampa di metà mandato, suscita le perplessità del presidente della Provincia di Forlì-Cesena Massimo Bulbi, che nel corso della relazione conclusiva all'approvazione del bilancio 2012 dell'ente di piazza Morgagni: “A differenza di altri, io non sono in grado di dire, se esiste o meno una classe dirigente romagnola. Io sono certo che fra gli attuali amministratori, così come fra i vertici del mondo associativo e sindacale, ci sono uomini e donne competenti e capaci; persone con delle idee da proporre e dei progetti da realizzare”.

 

E ancora Bulbi: “Mi spaventa sentire che occorre “creare una classe dirigente”. Le classi dirigenti non sono un prodotto da confezionare in laboratorio o che possono essere “nominate” da qualche 'illuminato'. Di gente calata dall'alto ne abbiamo già conosciuta troppa e sappiamo com'è andata a finire. Le classi dirigenti sorgono spontanee dall'esperienza vissuta, dalle realtà in cui le persone operano e trovano spontaneo consenso alla loro azione. Nel nostro territorio, come dicevo poc'anzi, di persone di valore ce ne sono tante. Basta avere il coraggio e la lungimiranza di metterle in gioco”.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento