menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Caccia, Alessandrini (Pd) chiede chiarimenti sul calendario

Mazzotti e Alessandrini chiedono anche "se la Giunta e l’assessorato competente sono a conoscenza della situazione delle diverse Regioni e se sono in grado di fornire un quadro comparato delle diverse realtà"

Mario Mazzotti e Tiziano Alessandrini (Pd), alla luce della discussione in atto in materia di politiche venatorie e soprattutto a seguito dell’esito dei recenti pronunciamenti del Consiglio di Stato e di alcuni Tribunali amministrativi regionali in materia sia di titolarità delle competenze sulla caccia che di calendari venatori, hanno rivolto una interrogazione all’assessore alle Politiche venatorie, Tiberio Rabboni, per conoscere l’orientamento della Giunta sull'argomento.

consiglieri, in particolare, chiedono "quali iniziative sono state adottate o si intendono adottare per esercitare le prerogative proprie assegnate alla Regione in materia di calendario venatorio; se, in sede di Conferenza delle Regioni, è stato affrontato o si intenda affrontare il tema, e se della materia se ne è occupata la Conferenza Stato-Regioni". 

Mazzotti e Alessandrini chiedono anche "se la Giunta e l’assessorato competente sono a conoscenza della situazione delle diverse Regioni e se sono in grado di fornire un quadro comparato delle diverse realtà. Sempre i consiglieri, visto che l’assenza di linee guida a livello nazionale, prevista tra l’altro dalla stessa Legge n. 157, lascia la situazione venatoria in balia di interpretazioni diverse da realtà a realtà, chiedono chiarimenti anche sul ruolo dell’Ispra, sulla caccia in deroga (storno) e agli ungulati, sul ruolo delle Province e sui piani faunistici venatori di loro competenza". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Troppo stress nel lavorare da casa: il burnout da smart working

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento