Politica

Calcio, il vicesindaco replica al presidente del Forlì: "Dichiarazioni ingiuste e ingiustificate"

Mezzacapo: "Nessuno è stato abbandonato e mai lo sarà. L’Assessorato allo Sport continuerà a fare la sua parte, sempre con massimo impegno, convinzione, trasparenza"

"Comprendo lo stato d’animo e le difficoltà del Presidente della società di calcio Forlì FC Gianfranco Cappelli, anche se ritengo assolutamente ingiustificate le sue ingiuste dichiarazioni nei miei confronti". A parlare è il vicesindaco Daniele Mezzacapo, che replica alle lamentele di Cappelli: "L'emergenza Covid ha colpito duramente l’intera società e anche in modo fortissimo il mondo sportivo, chiamando tutte le persone investite da ruoli di responsabilità a misurarsi con problemi nuovi, complessi e imprevisti. Nella piena consapevolezza della situazione, voglio rassicurare il Forlì Football Club nelle sue diverse anime (soci, dipendenti, atleti, famiglie dei giovani delle scuole di calcio, sostenitori, tifosi) in merito all’attenzione e al rispetto del Comune di Forlì verso la principale bandiera calcistica della città, forte dei suoi oltre cento anni di vita e del riconosciuto ruolo di riferimento nel movimento sportivo del territorio. Da sempre sono convinto fautore del confronto, sia nella dimensione personale e professionale, sia nella veste di Amministratore pubblico. Confronto che deve essere proficuo, continuo, leale e corretto. A tale indirizzo continuerò ad attenermi anche a fronte di critiche, sfoghi e possibili incomprensioni".

"In questo primo anno penso di aver dimostrato coi fatti lo sforzo enorme che questa Amministrazione ha saputo mettere in campo a favore dello Sport, delle attività per gli atleti di tutte le età, delle scuole, delle realtà associative, della valorizzazione degli impianti e della promozione - continua il vicesindaco - In pochi mesi abbiamo recuperato relazioni che in precedenza risultavano compromesse con diversi gruppi e società, abbiamo favorito il rilancio di alcune discipline, aumentato gli investimenti a favore delle manutenzioni, rilanciato modalità gestionali. Poi è arrivata la pandemia e negli ultimi mesi la situazione di emergenza ha completamente modificato lo scenario e stravolto la programmazione. Da parte nostra abbiamo cercato di dare il massimo che era nelle nostre possibilità per far si che nessuna realtà sportiva, a Forlì, venisse lasciata da sola di fronte alle difficoltà. Nessuno è stato abbandonato e mai lo sarà. L’Assessorato allo Sport continuerà a fare la sua parte, sempre con massimo impegno, convinzione, trasparenza".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calcio, il vicesindaco replica al presidente del Forlì: "Dichiarazioni ingiuste e ingiustificate"

ForlìToday è in caricamento