Calcio, l'ex consigliera Fiorentini: "Il Comune torni a interessarsi al Forlì"

"Auspico che si risvegli l'interesse del Comune nei confronti del Forli Calcio che sta dimostrando di essere una Società che vuole e può crescere"

"Da sempre amo e seguo il calcio (per diversi anni sono stata anche arbitro nella Uisp), ho sempre prediletto il calcio minore, quello delle società dilettantistiche o semi professioniste dove non ci sono i veri campioni ma le persone vere. Dove i giocatori, pur con le giuste e legittime aspettative di crescita, sanno che un posto in squadra se lo devono guadagnare ogni domenica. Da sempre seguo la squadra della mia città e negli ultimi anni ho avuto modo di conoscere più approfonditamente i giocatori, il Mister la Società e i tifosi. Ho avuto la conferma che il calcio è veramente un gioco di squadra di cui fanno parte tante componenti, compreso l'Assessorato allo Sport. Per questo oggi mi colpisce particolarmente leggere le parole del presidente Gianfranco Cappelli con le quali esterna la delusione della Società nei confronti dell'amministrazione comunale che, pare di capire, non ha onorato gli impegni presi e ha abbandonato i progetti del Forlì Calcio".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A parlare è l'ex consigliera comunale Loretta Fiorentini: "Ma in campagna elettorale, si sa, è facile promettere, più difficile  mantenere le promesse fatte delle quali, in ogni caso, un amministratore deve rendere conto non solo ai propri elettori ma a tutta città. Bene fa il presidente Cappelli ad evidenziare che il progetto calcio a Forlì non riguarda solo la prima squadra ma gestisce un movimento di 450 bambini che trovano nel calcio la loro disciplina sportiva e che rappresentano una ricchezza per la città e, aggiungo io, non solo in ambito sportivo ma anche in ambito sociale. Auspico che si risvegli l'interesse del Comune nei confronti del Forli Calcio che sta dimostrando di essere una Società che vuole e può crescere anche grazie alla disponibilità di campi e strutture, molte delle quali ristrutturate nella precedente legislatura, che sono la base, come afferma il nuovo socio del Forlì Calcio Nicola Radici, per una società che vuole fare calcio".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Per un numero sfiora il colpo da 500mila euro: giovane gioisce con una vincita al 10eLotto

  • Coronavirus, a breve un nuovo decreto: nuove regole più ristrettive

  • Coronavirus, possibile stretta in vista: a rischio chiusura ristoranti, parrucchieri e palestre

  • "Qui non si entra con la mascherina", due multe per l'agenzia. Il titolare a Canale 5: "Non le pago"

  • Servizio delle Iene scopre un carabiniere forlivese adescatore di una 13enne

  • Ha sfamato intere generazioni di forlivesi e non solo: addio al papà del Panoramico

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ForlìToday è in caricamento