Politica

Cantiere del Pardo, "il nuovo investitore interessato solo a 35 lavoratori"

Un’interrogazione del capogruppo della Lega Nord Gian Luca Zanoni chiede un aggiornamento sull’azienda della nautica “Cantieri del Pardo”

Un’interrogazione del capogruppo della Lega Nord Gian Luca Zanoni chiede un aggiornamento sull’azienda della nautica “Cantieri del Pardo”. Premette il testo: “Nel giugno scorso la decisione di Bavaria di cedere la proprietà del Cantiere Del Pardo, si apprende di un interessamento del gruppo turco “Azuree” e di contatti anche con gruppi italiani”. Quindi la richiesta: “Chiedo se vi sono stati incontri da parte dell’amministrazione provinciale, con la proprietà, per conoscere la consistenza delle voci di possibili contatti con potenziali acquirenti. Si chiede inoltre di conoscere l’entità delle maestranze e le figure messe in cassa integrazione”. Infine, “a fronte di una possibile cessione di quote, chiediamo che l’amministrazione si attivi al fine di garantire i livelli occupazionali in carico all’azienda”.

Risponde l’assessore al Lavoro Denis Merloni: “Ci siamo trovati tre anni fa di fronte alla cessione al gruppo Bavaria, era un progetto molto interessante. C’erano stati chiesti due impegni da parte di Bavaria: rimodellare l’offerta dell’Itaer nel campo nautico, che abbiamo fatto, e rimodellare l’offerta della formazione professionale sull’arredo, cosa che abbiamo fatto. Alla fine del 2012, dopo un investimento di 30 milioni di euro, Bavaria ha fatto un passo indietro, da quel momento la situazione è precipitata versa un concordato preventivo. Un’azienda di Cesena si è fatta avanti per l’affitto di un ramo di azienda, con la rilevazione dei marchi. In Provincia si è arrivati ad una lettera di intenti unitaria da sottoporre all’asseveratore del tribunale. Il piano prevede il reimpiego di 35 unità sulle 143 precedenti del Cantiere del Pardo. Tutta la parte di falegnameria e resine non rientra in questo piano. Per gli altri lavoratori si avvia un percorso lungo di cassa integrazione. Sono leconseguenze di un mercato che resta in profonda crisi”.

Ha ribattuto Zanoni: “Difficile dichiararsi soddisfatti per un taglio di personale di 110 persone, ma almeno questa azienda locale può ripartire in mani locali. Sul piano nautico il nostro territorio ne sta uscendo massacrato”.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cantiere del Pardo, "il nuovo investitore interessato solo a 35 lavoratori"

ForlìToday è in caricamento