rotate-mobile
Domenica, 26 Giugno 2022
Politica

Carenza di manodopera, il Ministero promette a Marco Di Maio: "A brevissimo un nuovo decreto flussi"

La risposta del ministero dell'Interno al quesito urgente presentato dal deputato romagnolo in Commissione Affari costituzionali alla Camera

A brevissimo verrà emanato un nuovo decreto flussi, per far fronte alla carenza di manodopera. Lo ha appreso il deputato romagnolo Marco Di Maio, ricevendo dal Ministero dell’Interno la risposta alla propria interrogazione presentata per dare voce alla preoccupazione del mondo economico, in particolare quello dell’agricoltura e del turismo. “È positivo che il Governo sia consapevole e attivo sul problema - ha detto in replica il parlamentare romagnolo -, ma non basta: servono date chiare, tempi certi, garanzie. Le imprese hanno bisogno di manodopera, ma ancor più di certezze. Per questo abbiamo chiesto una maggiore celerità”.

Nel corso del suo intervento in commissione, poi,  il deputato ha fatto presente che “la carenza di personale mette in discussione non solo l’esistenza di attività economiche, ma anche il mantenimento di produzioni agroalimentari e servizi che hanno sempre rappresentato un tratto distintivo del nostro sistema economico, pezzi importanti della catena dell’approvvigionamento alimentare del nostro Paese. Questo tema è una priorità, che ha bisogno di tempi certi di risoluzione”.

Nella risposta all’interrogazione presentata da Marco Di Maio, il ministero ha spiegato che “la Presidenza del consiglio dei ministri ha attivato, proprio lo scorso 10 maggio, la consultazione inter-istituzionale con le Amministrazioni interessate ai fini dell’emanazione di un decreto flussi d’ingresso in Italia di lavoratori non comunitari per l’anno 2022 per corrispondere prontamente alle esigenze che promanano dal mondo economico-produttivo del Paese”. In questo ambito anche il ministero del Lavoro è stato attivato e sta operando “per acquisire elementi utili alla determinazione del fabbisogno in termini di numeri e di settori da sottoporre alla prossima riunione presso la Presidenza del consiglio”. A tal proposito sono state attivate immediatamente “le consultazioni con le parti sociali”, cioè con le organizzazioni di rappresentanza del mondo delle imprese e dei sindacati.

“La prosecuzione dei lavori del tavolo tecnico-amministrativo è stata aggiornata all’esito delle verifiche da effettuare a brevissimo termine - afferma ancora il Ministero dell’Interno nella risposta al deputato Marco Di Maio - per definire la tipologia e la quantificazione delle quote dei lavoratori non comunitari da ammettere in Italia per il corrente anno. Con l’impegno di procedere all’adozione del fredderò flussi nel minor tempo possibile”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carenza di manodopera, il Ministero promette a Marco Di Maio: "A brevissimo un nuovo decreto flussi"

ForlìToday è in caricamento