Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Politica

Carpinello, Poste chiuse tre giorni alla settimana. Il Pd scrive a Zattini: "Grave disagio per i residenti"

"Come circolo Pd della Cervese, siamo a chiedere di ripensare i giorni e gli orari di apertura dell’ufficio postale di Carpinello", evidenzia Rinieri

L'ufficio postale di Carpinello torni operativo sei giorni alla settimana. Il Circolo del Partito Democratico della Cervese, attraverso il segretario Luca Rinieri, ha segnalato al sindaco Gian Luca Zattini "il grave disagio dei residenti nei quartieri limitrofi a Carpinello a seguito della chiusura dell’Ufficio postale di Carpinello nelle giornate di lunedì, martedì e mercoledì. Un territorio periferico, per rimanere dentro alla città, ha bisogno di una serie di servizi minimi che permettano ai suoi cittadini di sentirsi parte integrante della città stessa. Quando questi si riducono o vengono a mancare il problema sociale che si crea è molto più grande di quello che si può pensare".

"Per questo motivo, come circolo Pd della Cervese, siamo a chiedere di ripensare i giorni e gli orari di apertura dell’ufficio postale di Carpinello in modo da ripristinare un servizio continuativo ed essenziale per tutti i quartieri della zona est - prosegue Rinieri -. Il combinato disposto dell’emergenza sanitaria e della conseguente restrizione agli spostamenti e assembramenti e della riduzione dei giorni di apertura ha portato, non solo ad una oggettiva difficoltà delle persone nell’accesso ai servizi, ma anche un sovraccarico e un generale decadimento del servizio nelle altre strutture invece rimaste aperte".

"Crediamo fortemente nei servizi pubblici di prossimità e crediamo che questi siano indispensabili per dare alla comunità un senso di appartenenza, ma anche di vicinanza da parte dello Stato; un servizio pubblico essenziale e radicato come le Poste non può essere gestito solamente dal punto di vista della logica aziendale. Il servizio pubblico ha il dovere di essere esercitato soprattutto laddove non è redditizio per il privato, perché è necessario per il bene comune - aggiunge -. Nel prossimo futuro saremo costretti a convivere con questa situazione sanitaria incerta e per la quale distanze interpersonali e contingentazione degli accessi agli spazi chiusi saranno una regola difficilmente derogabile; inoltre la presenza di servizi di prossimità efficienti potrà determinare l’attrattività delle zone non centrali della città oltre che fornire i suoi residenti di punti di riferimento funzionali. Anche per questi motivi diventa estremamente importante, per non dire strategico, ripristinare l’apertura dell’ufficio postale di Carpinello 6 giorni alla settimana nel minor tempo possibile".

"Questa richiesta-proposta viene innanzitutto dai cittadini dei quartieri e veicolata verso di voi attraverso il nostro partito che, nonostante sia opposizione in città, lavora e vuole lavorare nell’esclusivo interesse di tutti i cittadini e non solo di una parte, sia questa parte politica o di collocazione geografica - prosegue -. È compito della politica, quindi nostro, fare proposte che vadano nell’interesse della collettività e che portino beneficio a tutti. Per questo la nostra richiesta viene indirizzata, oltre che a Poste Italiane anche al Sindaco di Forlì
perché si attivi in prima persona nell’interesse dei suoi concittadini e si adoperi per fare in modo che i servizi pubblici non abbandonino il territorio. Continueremo a lavorare su questo, cercando di ottenere il risultato auspicato non per cruccio ma nell’interesse della collettività".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carpinello, Poste chiuse tre giorni alla settimana. Il Pd scrive a Zattini: "Grave disagio per i residenti"

ForlìToday è in caricamento