Casa di riposo Zangheri, Acri (FI) attacca Fiorini: "Prima della candidatura avrei voluto sentire i suoi intenti"

Malumori tra i nuovi soci della casa di riposo Zangheri. A sollevare la questione è Raffaele Acri, esponente di Forza Italia e nuovo socio dell'ex Ipab.

Malumori tra i nuovi soci della casa di riposo Zangheri. A sollevare la questione è Raffaele Acri, esponente di Forza Italia e nuovo socio dell'ex Ipab. La critica è nei confronti di Fabiana Fiorini. Sostenuta del consiglio dalla Fondazione Cassa dei Risparmi. Scrive Acri: “Fiorini, a seguito della nomina del giorno 4 luglio, al termine dell’assemblea dei soci dell’IPAB Zangheri ha assunto il suo terzo incarico in un importante ente, dopo quello di Vice Segretario Generale della Fondazione Cassa di Risparmio e Vice Presidente dell’Ente Fiera di Forlì dello scorso febbraio”. Ironizza Acri: “Non conosco il volume di impegni che i precedenti incarichi possano richiedere, laddove appaiano di paritetica importanza, ma sicuramente ci troviamo in presenza di una persona dalle qualità assolutamente straordinarie”.

Quindi il suo testo: “In tutta onestà quale socio rappresentato, avrei apprezzato di conoscere gli intenti della ragioniera Fiorini, a premessa della sua candidatura, così come mi sarei aspettato, a fronte di un parterre di personalità di assoluto rilievo, in illustre rappresentanza di eccellenze delle arti e delle professioni della nostra città, un breve sentito ringraziamento al termine della conta dei voti. Nulla di tutto questo. Abbiamo ascoltato le lodi della candidata, tessute da un uomo carismatico come Piergiuseppe Dolcini, già Presidente della Fondazione Cassa di Risparmi che ha peraltro assicurato la volontà di intenti della ragioniera Fiorini nella direzione dello studio di una formula giuridica, che possa compenetrare la trasformazione dell’IPAB Zangheri, in Fondazione”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Naturalmente la ricerca di una sinergia che contempli le necessità di rispettare la volontà di 7546 sottoscrittori della petizione, a favore della Fondazione e le volontà della Regione Emilia Romagna, sarà un ulteriore impegno che graverà sulle non comuni qualità della neo consigliera. Sarà probabilmente la ragione dei fatti di cui sopra, che lascia supporre da più parti che per la prima volta la Presidenza non sarà affidata al rappresentante eletto dai soci. Per quanto mi riguarda non posso che ribadire il mio assoluto rispetto e dedizione verso i cittadini che hanno sottoscritto la petizione, nella speranza di ritrovare gli stessi sentimenti nel nuovo Presidente e Consiglio Direttivo”, conclude Acri.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La tabaccheria ancora baciata dalla fortuna, nuovo terno al Lotto: "Forse una data di nascita"

  • Coronavirus, ecco il nuovo dpcm punto per punto: ristoranti chiusi alle 18. Stop per palestre, cinema e teatri

  • Forlì spiccherà il volo verso Spagna, Germania e Ungheria: ufficializzata la terza compagnia

  • Aeroporto, il Ridolfi torna sui radar di tutto il mondo: si parte con i voli commerciali

  • L'aeroporto di Forlì alla conquista del Mediterraneo: si allunga la lista delle compagnie

  • Coronavirus, contagi in aumento. Bonaccini non esclude una stretta sulle scuole

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ForlìToday è in caricamento